HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsProfondo nero di Carlo Lucarelli: dal 14 giugno la seconda stagione su Sky

Profondo nero di Carlo Lucarelli: dal 14 giugno la seconda stagione su Sky

di

Torna Profondo Nero, il programma di Carlo Lucarelli, dedicato ai casi di cronaca che hanno sconvolto la nostra nazione. Dopo il grande successo della prima stagione, dal 14 giugno 2016 alle ore 22.55 su Crime Investigation verrà data voce ai carnefici e alle vittime delle storie più oscure.

profondo nero_carlo lucarelliOrmai il mese di giugno è di Carlo Lucarelli. Anche quest’anno in seconda serata ci sarà spazio per la cronaca nera. Lo scrittore è già pronto per guidarci nei sentieri della cronaca nera del nostro bel paese che hanno lasciato dei solchi profondi nella memoria collettiva. Profondo nero sarà trasmesso sul canale Crime Investigation, disponibile su Sky On Demand.

Cinque gli appuntamenti con Carlo Lucarelli e le sue storie. Nella prima puntata del 14 giugno, si parlerà del caso di cronaca del mostro di Firenze. Tra il 1968 e il 1985 la sua mano ha compiuto otto duplici omicidi. Era la prima volta che si usava la definizione “serial killer” e per la procura di Firenze il “mostro” non è una sola persona ma Pacciani, Vanni e Lotti. L’ipotesi era che esistesse anche un secondo livello. Nelle puntate successive Carlo Lucarelli si soffermerà sulla storia di Wilma Montesi. Era l’11 aprile del 1953, quando il cadavere della ragazza venne trovato sulla spiaggia di Torvaianica. Morta per un malore, il suo cado divenne mediatico, perché tra le sue amicizie vi erano molti personaggi importanti.

Ermanno Lavorini invece è la più piccola delle vittime di cui parlerà Carlo Lucarelli. A soli 12 anni si persero le sue tracce, ma venne trovato morto. Dalle indagini si risalì ad Adolfo Meciani, ma Carlo Lucarelli ci illustrerà la verità a cui si è giunti dopo la sentenza di Cassazione. Infine due donne: Rina Fort e Franca Viola. La prima venne accusata dell’omicidio della moglie e dei tre figli del suo amante avvenuto nel 1946 e poi condannata all’ergastolo; Franca Viola aveva 17 anni ed era molto bella. Per sei giorni fu violentata e segregata. Franca rifiutò di sposare il suo carnefice, come prevedeva la “morale” del tempo.

Lascia un commento

Back to Top