HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsRaffaele Sollecito, polemica sui social: ironizza su omicidi e killer
Raffaele Sollecito

Raffaele Sollecito, polemica sui social: ironizza su omicidi e killer

di

E’ polemica sul comportamento assunto sui social da Raffaele Sollecito, condannato e definitivamente assolto insieme ad Amanda Knox per l’omicidio di Meredith Kercher

La denuncia sembrerebbe essere partita da Selvaggia Lucarelli, la quale avrebbe commentato in maniera non positiva il comportamento di Raffaele Sollecito, che sui social avrebbe dato sfogo a battute e barzellette riguardanti omicidi e serial killer.

Dopo le accuse, Sollecito ha sentito il bisogno di replicare: “Quelli che lei (Selvaggia Lucarelli ndr.) ha citato sono solo dei gruppi goliardici che fanno ironia su fatti e avvenimenti di vita quotidiana semplicemente per sdrammatizzare un po’ avvenimenti vari, personali e non. Non c’è niente di serio in quei gruppi, sono tutte cose piuttosto comiche, sono gruppi chiusi, si tratta di chiacchierate tra amici dove ci si raccontano stupidaggini di ogni genere. Le cose non sono assolutamente come le descrive Selvaggia Lucarelli”.

“Io scherzo su me, non scherzo sugli altri – ha continuato Sollecito – Meredith nei commenti che ho fatto non la cito nemmeno e non la metto mai in mezzo, non mi sembrerebbe nemmeno carino farlo. Anche nello scherzo ho i miei limiti. Tra questi gruppi e il femminicidio non c’è nessun legame, chi lo dice dice una stupidaggine, questi gruppi sono pieni di donne che commentano, questa è satira, goliardia, non c’è nient’altro. Tutto il resto sono stupidaggini”.

Non ho fatto niente di male e ho sempre parlato di me e ho ironizzato su me stesso. Ho vissuto una tragedia, sono stato assolto e per molto tempo tante persone si sono divertite a parlare di me in maniera offensiva, a tratti goliardica, e io ho semplicemente continuato il gioco, in questi gruppi, confrontandomi con alcuni ragazzi molto giovani. Dopodiché, con il passare del tempo, con queste persone mi sono accorto, nella spensieratezza generale, di avere un feeling particolare e oltretutto alcuni di loro sono anche miei amici. Ed è finita lì, semplicemente”.

Raffaele Sollecito si sente attaccato ingiustamente dai media, che gli renderebbero la vita difficile: “I media frequentemente mi attaccano, senza considerare però che sono stato assolto. La magistratura mi ha assolto, ma i giornali, la televisione e la stampa in generale si sono divertiti e si divertono ancora a infangarmi, continuando in questo modo a fomentare l’opinione pubblica contro di me. Ovviamente questa cosa mi pesa nel quotidiano perché trovo magari persone che non mi conoscono e hanno dei pregiudizi nei miei confronti e diventa difficile. Oltretutto anche per le persone che invece mi frequentano e mi conoscono non è semplice, perché avere a che fare con me li porta a doversi giustificare, litigare magari con i loro amici, perché quando le persone vengono a sapere che escono con me iniziano a criticare e insorgono, perché fondamentalmente danno retta a quello che leggono sui giornali di gossip o negli articoli della Lucarelli”.

“I giornali – conclude Raffaele – dovrebbero smetterla di parlare di me. Io sto cercando di tutelarmi [..]”

Da: Fanpage.it

Lascia un commento

Back to Top