HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsAncora grave il ragazzo di 15 anni sodomizzato da un attrezzo sportivo

Ancora grave il ragazzo di 15 anni sodomizzato da un attrezzo sportivo

di

ragazzoAltro caso di violenza nei confronti di un ragazzo 15enne che è stato poi giustificato come un gioco. La vittima è stata operata d’urgenza e rischia danni permanenti

Dopo qualche settimana dal caso avvenuto a Napoli, dove un 14enne è stato seviziato da un violento branco con un compressore d’aria che gli ha lacerato quasi tutto il colon, nelle ultime ore nel torinese un ragazzo di 15 anni è stato operato per una lesione provocata da un attrezzo sportivo.

Il ragazzo è stato operato d’urgenza con un intervento chirurgico all’intestino retto eseguito all’ospedale di Pinerolo dal primario Donato Sacco, ma le sue condizioni sembrano essere gravi. Il giovane ora si trova nel reparto di chirurgia ad alta intensità.

Non è ancora ben chiaro il luogo in cui è avvenuto il fatto, se nella palestra di una scuola durante l’ora di ginnastica o in una palestra privata. I due amici stavano eseguendo lo squat, un esercizio che se eseguito correttamente rinforza i muscoli della gambe e della schiena, all’improvviso però un coetaneo della vittima ha posizionato un bastone di legno dietro al ragazzo mentre si stava chinando sulle ginocchia sotto il peso del bilanciere.

Il 15enne è stato trafitto dall’attrezzo, subito poco è stato chiamato il 118 che lo ha condotto in ospedale dove è stato portato nella sala operatoria per fermare l’emorragia e ricostruire parte dell’intestino retto che era stato lesionato.

Gli amici hanno dichiarato che si è trattato di uno scherzo, di un gesto fatto con estrema leggerezza dove nessuno aveva ipotizzato le possibili conseguenze: “Solo uno scherzo, si rideva e scherzava, come facciamo spesso in palestra”.

I genitori del 15enne non hanno presentato denuncia ma il caso è stato segnalato alla Procura dei Minori di Torino. Il compito di svolgere tutti gli accertamenti e le indagini del caso è stato incaricato ai carabinieri.

Lascia un commento

Back to Top