HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsRapina in villa, ucciso a bastonate il proprietario: “E’ stata una scena orribile”

Rapina in villa, ucciso a bastonate il proprietario: “E’ stata una scena orribile”

di

alfio longoAlfio Longo è stato ucciso per essersi ribellato ai malviventi che hanno rapinato la sua villetta. L’omicidio è avvenuto a Biancavilla, nel Catanese

Una rapina finita nel sangue. Due banditi armati di pistola e a volto coperto avrebbero fatto irruzione nella villetta di Alfio Longo che poco dopo sarebbe stato mortalmente colpito alla testa con un bastone.

Secondo una prima ricostruzione del caso pubblicata dal Corrieredelmezzogiorno.it, la vittima e la moglie al momento dell’aggressione si trovavano a letto. I criminali avrebbero minacciato i due per poter portare via soldi ed oggetti preziosi. La donna sarebbe stata poi costretta ad immobilizzare il marito con una corda mentre lei sarebbe stata successivamente legata su un divano di un’altra stanza. Nel frattempo tra Longo e i rapinatori sarebbe scoppiato un violento scontro verbale terminato con il colpo fatale alla testa della vittima.

Quando la moglie dell’uomo si sarebbe liberata avrebbe immediatamente chiesto aiuto ad alcuni vicini ma ormai per Longo non c’era più niente da fare: “È stata una scena orribile, la moglie ha chiesto aiuto e noi siamo entrati nella villetta e abbiamo visto il corpo sul letto. Lei piangeva e parlava di una rapina. Abbiamo chiamato il 112 e non abbiamo toccato nulla”.

Gli autori della rapina sarebbero riusciti a portare via alcune centinaia di euro, due anelli e la fede nuziale dell’uomo, ma ciò che mette in dubbio gli investigatori, oltre al magro bottino, è il fatto che i cani dei coniugi non abbiano abbaiato alla vista dei malviventi, perchè?.

Intanto i parenti e i conoscenti della vittima sono sconvolti ed increduli: “Un atto terribile vogliamo sapere cos’è accaduto e chiediamo che sia fatta giustizia”.

Il sindaco del paese, Pippo Glorioso, ha inoltre dichiarato: “La nostra città è stata colpita al cuore. Un atto di efferata violenza che Biancavilla condanna con fermezza. Ho già espresso il cordoglio e la vicinanza della comunità alla moglie della vittima. Siamo increduli ma confidiamo nell’operato delle forze dell’ordine”.

Lascia un commento

Back to Top