HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoRichard Robles, l’assassino delle donne in carriera: il duplice omicidio da cui nacque la serie del tenente Kojak

Richard Robles, l’assassino delle donne in carriera: il duplice omicidio da cui nacque la serie del tenente Kojak

di

Nel 1963 a Manhattan due ragazze vengono uccise con 60 coltellate. Entrambe carine e realizzate professionalmente. I sospetti ricadono subito su un uomo di colore, ma per incastrare Richard Robles, il vero assassino, ci vorranno almeno due anni. Questo duplice omicidio è noto per aver ispirato la realizzazione della serie tv del tenente Kojak.

ragazze in carrieraIl 28 agosto del 1963 è un giorno importante per la storia, Martin Luther King infatti pronuncia la sua famosa frase “I have a dream”, tutti gli occhi sono puntati sulla marcia in difesa dei diritti civili a Washington. A Manhattan invece Patricia Tolles, una giovane impiegata della divisione libri di Time-Life apre la porta dell’appartamento che condivide con Emily Hoffert insegnante in una scuola e Janice Wyline che lavora a Newsweek e rimane sconvolta. Ci sono tracce di sangue ovunque ed è stato messo tutto a soqquadro. Nella camera da letto ci sono le sue amiche legate con un lenzuolo, sono morte. Patricia chiama subito il 911 e i genitori di Emily e Janice. L’assassino delle ragazze ha usato dei coltelli presi dalla cucina e si è accanito sui loro corpi anche quando erano morte. Emily era vestita, Janiche invece era nuda ma il medico assicura che non c’è stata violenza.

Chi è l’assassino? Per il capo della polizia le vittime lo conoscevano perché non ci sono segni di effrazione sulla porta. Patricia racconta che Janice era perseguitata da un uomo che la chiamava a casa e in ufficio. Un giorno gli ha intimato di smetterla e quell’uomo che si faceva chiamare “dottor Thomas Hunter” le ha risposto che avrebbe pagato le conseguenze. Tre mesi prima si era verificato un episodio simile in Massachussets ma le indagini si fermano ad un binario morto. Il 25 aprile del 1964 viene fermato un ragazzo di colore di 19 anni, George Whitmore jr, reo confesso. Il ragazzo era sospettato dell’aggressione ad una donna, identificato dalla vittima era stato condotto in commissariato dove aveva confessato anche altri omicidi tra cui quello delle due amiche di Manhattan. Il capo della polizia si ritiene davvero soddisfatto e racconta che il ragazzo era un vagabondo. Il giorno dell’omicidio voleva andare a vedere il tetto di un palazzo e si è ritrovato in Park Avenue, ad un certo punto ha sentito l’impulso di entrare nell’appartamento delle ragazze. I giornalisti chiedono altre prove della colpevolezza del 19enne, l’indagato non ha precedenti penali e non c’erano le sue impronte sulla scena del delitto.

Il caso assume dei contorni alquanto ridicoli, più passa il tempo, più emergono lacune nelle indagini. Alla fine il giovane ritratta la sua confessone e racconta dei maltrattamenti che ha subito. Ha dovuto cedere per stanchezza. Non solo, spuntano le testimonianze di alcune persone che hanno visto George ad almeno 100 km di distanza da Manhattan quel 28 agosto. Il 9 ottobre del 1964 uno spacciatore viene arrestato per aver ucciso un suo “concorrente”, rischia la pena di morte, ma chiede un accordo: è pronto a svelare l’assassino delle donne in carriera, in cambio della vita. Ed ecco la sua storia: Richard Robles, un ladruncolo di 22 anni, credeva che non ci fosse nessuno al 49 di Park Avenue, invece c’erano due ragazze. Una era appena uscita dalla doccia, l’ha legata e l’ha violentata. Poi è arrivata anche l’altra e quando ha minacciato di denunciarlo alla polizia l’ha legata. Robles era in crisi d’astinenza, era un drogato. Per far tacere le due donne ha deciso di ucciderle. Il 26 gennaio del 1965 l’uomo viene arrestato dopo una serie di incontri con Nathan Delaney in cui hanno parlato del duplice omicidio. Viene condannato all’ergastolo e chiede la grazia, mai concessa. George Whitmore ha impiegato 10 anni per farsi riconoscere innocente. Nel 1973 è stato girato un film ispirato all’omicidio delle ragazze “The Marcus Nelson Murders”. Il protagonista era un detective, il tenente Kojack. Ebbe così tanto successo che nacque una serie tv.

Lascia un commento

Back to Top