HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsRoberta Ragusa: l’amante di Logli ha detto alla figlia ‘La tua mamma non ritorna più’

Roberta Ragusa: l’amante di Logli ha detto alla figlia ‘La tua mamma non ritorna più’

di

Il settimanale Giallo ha raccontato che l’amante di Antonio Logli, il marito di Roberta Ragusa, durante una lite con la figlia avrebbe detto che la madre non sarebbe più tornata. La piccola, che è seguita da una psicologa, scrive dei temi molto tristi in cui ci sono sempre donne che lasciano la famiglia.

roberta ragusaÈ certo che la verità sull’omicidio di Roberta Ragusa debba essere cercata all’interno della famiglia. Gli ultimi ad aver visto la donna sono proprio i figli e l’avvocato Nicodemo Gentile dell’associazione Penelope, attraverso le pagine del settimanale Giallo ha rivolto un appello ai figli della donna, dicendo che anche se sono convinti che l’assassino non sia il padre Antonio Logli, devono raccontare tutto quello che sanno, per aiutare gli inquirenti a ricostruire quanto accaduto nella notte tra il 13 e il 14 gennaio del 2012.

I figli di Roberta Ragusa oggi hanno 14 e 19 anni, dal giorno in cui è scomparsa vivono in una situazione di profondo disagio psicologico. Antonio Logli infatti ha aperto le porte della sua casa all’amante Sara Calzolaio di 31 anni. La sua presenza però ha contribuito a rendere ancora più difficile la vita dei due ragazzi, soprattutto della figlia minore. Come ha raccontato ai carabinieri la moglie del fratello di Logli che abita proprio sotto casa, un giorno ha sentito Sara che gridava: «La tua mamma non c’è più, non la cercare!». Tutti i parenti erano molto preoccupati, e Antonio Logli non voleva ascoltare i loro consigli di rivolgersi ad uno psicologo. Sono nel maggio del 2013 i giudici del Tribunale dei Minori, sollecitati dai magistrati, si sono espressi sulla vicenda in questo modo: «Dalla valutazione psicologica della figlia minore, sono emersi elementi endono la bambina un soggetto a rischio per lo sviluppo di eventuali disturbi, con la conseguente necessità di organizzare un supporto psicologico. Il figlio maggiore, al contrario, ha rifiutato qualsiasi incontro con la consulente. Inoltre Giovanni Logli e la moglie Alberta Baldaccini hanno manifestato preoccupazione per la situazione dei minori, anche a seguito della sempre più assidua frequentazione della abitazione da parte di Sara Calzolaio».

La psicologa forense Donatella Raspaolo ha ricevuto dal pm l’incarico di svolgere una consulenza tecnica. Durante l’incontro la ragazzina l’ha presa in disparte e le ha detto che una volta ha sentito i genitori litigare e che una volta la madre avrebbe anche urlato: «Se è così lasciamoci». Questa lite sarebbe avvenuta proprio una settimana prima della sparizione. La piccola spera ancora che la madre ritorni e un giorno l’ha sognata in un garage. L’unico modo per incontrarla purtroppo è nei sogni e lei si sente molto sola. Anche i temi assegnati a scuola manifestano il suo disagio perché sono diversi rispetto a quelli che scriveva 5 anni fa, anche se cerca di fare credere di stare bene somatizza il dolore come se vivesse dentro di sè il trauma della scomparsa della madre Roberta Ragusa.

Lascia un commento

Back to Top