HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsScomparsiRoberta Ragusa, spunta la testimonianza di un amico di Logli: “Lo vidi aggirarsi in un campo”

Roberta Ragusa, spunta la testimonianza di un amico di Logli: “Lo vidi aggirarsi in un campo”

di

roberta ragusaSpunta una nuova testimonianza che aggrava la posizione di Antonio Logli, marito di Roberta Ragusa. A parlare è stato un amico di vecchia data, la sua dichiarazione è stata pubblicata dal settimanale Giallo

Roberto C., 54 anni, è un vicino di casa e amico di vecchia data di Antonio Logli. La sua importante testimonianza è stata rilasciata ai carabinieri il 6 marzo 2012, a circa due mesi dalla scomparsa di Roberta Ragusa.

Il suo è un racconto preciso e davvero inquietante: il 14 gennaio 2012, giorno della scomparsa di Ragusa, Antonio Logli e il padre sono stati visti entrare dalla madre del testimone in un terreno poco distante dalla loro abitazione, dove avrebbero discusso. I due prima di quel momento non si erano mai avvicinati al terreno. Soltanto Antonio Logli nell’agosto del 2011 era stato visto dal testimone mentre lavorava con un Bobcat in quell’appezzamento.

“Premetto che conosco Antonio Logli da vecchia data, e con lui ho trascorso tutta l’adolescenza. Mia madre, che ha 78 anni e vive nel mio stesso stabile, ma al piano superiore, mi confidò che il giorno 14 gennaio 2012, verso le ore 17,00, mentre lei si trovava nel mio cortile, vide sia Antonio Logli che suo padre Valdemare entrare nell’appezzamento di terrene di fianco al nostro, recarsi lungo il perimetro che costeggia l’abitazione di altri vicini, tornare indietro e riuscire dal cancello”.

Il dubbio degli inquirenti è legittimo: perchè padre e figlio sono stati lì proprio il giorno della scomparsa di Roberta Ragusa? E soprattutto, cosa si sono detti in quel terreno lontano da occhi indiscreti?

Lascia un commento

Back to Top