HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsRoma: misteriosa la morte del teologo ritrovato nel noccioleto

Roma: misteriosa la morte del teologo ritrovato nel noccioleto

di

Roma: Confermato come omicidio la morte del teologo di Zagarolo, ritrovato cadavere in un noccioleto; padre Lanfranco Rossi, 60enne docente di spiritualità alla Pontificia Università Gregoriana non è morto per un malore, i carabinieri di Frascati che conducono le indagini hanno reso noto che si tratta di omicidio

Omicidio-Padre-Lanfranco-Rossi01Sul corpo del sacerdote è stata fatta l’autopsia e sono stati trovati segni evidenti di soffocamento e anche alcune ecchimosi tipiche dello strangolamento, inoltre padre Lanfranco presentava una profonda ferita alla testa. Padre Lanfranco soffriva di insonnia e spesso usciva a far due passi anche di notte per spezzare le lunghe ore senza sonno, ed è durante la passeggiata di quella notte che il sacerdote ha incontrato il suo assassino; molte congetture sono state fatte: dalla caduta accidentale, al malore improvviso, a un tentativo di rapina; ma la morte di padre Lanfranco pare riconducibile solo a un omicidio, fors eanche premeditato; qualcuno lo stava aspettando nel noccioleto per ucciderlo? Qualcuno che conosceva le abitudini dl religioso; molte sono le domande che richiedono risposte.

Secondo il responsabile del centro di preghiera Roberto Rondanina non c’ nessun mistero da svelare; di parere contrario invece il vescovo della diocesi di Palestrina, Domenico Sigalini che definisce la morte di Rossi “drammatica”; le ferite riscontrate sul cadavere del teologo  alla testa e al petto, fanno pensare ad un’aggressione. Dietro questa morte violenta i nasconde molto di più ? Intanto tutta la struttura di i Ricostruttori della Preghiera è stata posta sotto sequestro e ogni alloggio perquisito.

Il nome di padre Lanfranco Rossi e la comunità Ricostruttori della Preghiera, erano già stati in precedenza sulle pagine della cronaca poichè un missionario laico all’estero per la congregazione, Pierangelo Bertagna, del quale  padre Lanfranco Rossi era il superiore era stato coinvolto in uno scandalo di pedofilia; il missionario stesso confessò di aver abusato di 38 bambini negli anni ’90; i fatti vennero alla luce quando nel 2005 un ragazzino tredicenne decise di confidare alla madre degli abusi subiti.

Lascia un commento

Back to Top