HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioNewsOmicidi in FamigliaRossella Latesta, uccisa dopo una lite. Fermato il marito

Rossella Latesta, uccisa dopo una lite. Fermato il marito

di

Rossella LatestaRossella Latesta, casalinga 46enne di origini pugliesi, è stata uccisa con una serie di colpi diretti alla testa dal marito, Gino Ruggieri, piccolo imprenditore, che avrebbe tentato di togliersi la vita dopo l’omicidio

L’omicidio di Rossella Latesta è avvenuto all’interno della villetta di San Filippo sul Cesano, nelle ultime ore occupata dagli uomini del Ris. La donna, è stata uccisa con delle bastonate dirette alla testa che l’hanno ferita mortalmente.

E’ stato proprio il marito a toglierle la vita. Quest’ultimo dopo il delitto avrebbe tentato il suicidio ingerendo del pesticida. L’uomo, avrebbe inoltre provato a nascondersi in un sottoscala per non essere trovato.

Poche ore il ritrovamento del corpo senza vita di Rossella Latesta, Gino Ruggieri è stato però trovato dai carabinieri che, seguendo le sue tracce di vomito, sono riusciti ad arrivare all’improvvisato nascondiglio. L’uomo, ora accusato di omicidio, è stato tovato moribondo ed è per questo che è stato immediatamente affidato ai medici dell’ospedale Santa Croce dove è stato ricoverato in gravi condizioni.

Gino Ruggieri e Rossella Latesta, secondo una prima ricostruzione degli esperti, avrebbero litigato furiosamente, probabilmente l’uomo era in crisi per la grave situazione in cui versava l’azienda di vetroresina per il settore nautico della quale era socio e per la troppa gelosia nei confronti della moglie. Il movente però, non è stato ancora confermato.

L’omicidio è arrivato dopo che il figlio di 10 anni era stato accompagnato a scuola dal nonno materno, in un improvviso raptus l’uomo avrebbe preso a bastonate la vittima con estrema violenza e avrebbe poco dopo deciso di farla finita con del pesticida.

A trovare il cadavere di Rossella Latesta è stato il padre che, tornato nei pressi della villetta, ha trovato il corpo della figlia in una pozza di sangue e l’arma del delitto. Il figlio della coppia è stato prelevato da scuola ed è stato affidato ai nonni materni.

Lascia un commento

Back to Top