HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsSalvatore Sagliocco, ucciso dai ladri di un portafogli

Salvatore Sagliocco, ucciso dai ladri di un portafogli

di

Salvatore SaglioccoSalvatore Sagliocco, pregiudicato e muratore di 40 anni di Acerra, è stato ucciso con otto coltellate ai polmoni dai presunti ladri di un portafogli

Un amico aveva chiesto a Salvatore Sagliocco di recuperare il bottino del portafogli rubato ad un cliente del suo centro scommesse. Dopo aver incontrato gli autori del furto, quella richiesta apparentemente pacifica si è trasformata in una tragedia. Calci, pugni e poi le otto coltellate fatali.

L’autore dell’omicidio è stato arrestato poco dopo. Si chiama Salvatore Manna, ha 50 anni ed è il fratello di un pentito di camorra. Anche l’altro fratello di Manna è stato arrestato con l’accusa di essere stato complice dell’assassino.

Salvatore Sagliocco conosceva bene i due sospettati perchè era nato e cresciuto proprio in quel palazzo del rione Gescal di Acerra dove è avvenuto l’omicidio. Convinto di poter risolvere il problema in un modo tranquillo e discreto, secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti, l’uomo si era recato presso l’abitazione dei due conoscenti alle ore 20,00. Una prima colluttazione con uno dei due uomini fa imbestialire Salvatore Manna che con un grosso coltello da cucina blocca alle spalle Salvatore Sagliocco che viene accoltellato di sorpresa per ben otto volte ai polmoni.

La vittima resta a terra in una pozza di sangue. Dopo qualche minuto i poliziotti riescono fortunatamente ad identificare i fratelli Manna, arrestando l’assassino che al momento è in carcere fino all’udienza di convalida in attesa di conoscere la sua condanna.

La compagna di Salvatore Sagliocco dopo aver saputo della morte dell’uomo ha dichiarato: “Volevano tutti bene al mio compagno, conosceva chiunque in questo quartiere, anche quei balordi che lo hanno ucciso: me lo hanno ammazzato come un cane. Prima lo hanno riempito di botte. E tutto per un portafogli”.

La vittima era conosciuta alle forze dell’ordine per spaccio di droga e reati contro il patrimonio.

Lascia un commento

Back to Top