HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiSarah Scazzi: nel giorno dell’anniversario della sua morte parla Ivano Russo
Sarah Scazzi

Sarah Scazzi: nel giorno dell’anniversario della sua morte parla Ivano Russo

di

Mamma Concetta e papà Claudio sono restati in silenzio. Chiusi nel loro dolore. Anche il fratello di Sarah Scazzi, Claudio, ha preferito non rilasciare dichiarazioni. Ieri però molta gente si è recata nel cimitero di Avetrana per fare visita alla tomba della quindicenne di cui si persero le tracce il 26 agosto del 2010.

ivano russoSarah Scazzi uscì di casa per andare al mare e il resto è cronaca giudiziaria mista a colpi di scena. L’epilogo del delitto di Avetrana è avvenuto a 5 anni di distanza, lo scorso 27 luglio, con una sentenza di ergastolo nei confronti di Cosima Serrano e Sabrina Misseri, zia e cugina della 15enne colpevoli dell’omicidio, e una condanna ad 8 anni per Michele Misseri, zio della vittima, per soppressione di cadavere. Ovviamente questo è solo l’inizio perché la Cassazione può ribaltare il verdetto.

Se la famiglia di Sarah Scazzi ha preferito restare in silenzio, chi ha voluto parlare in questo giorno così importante è stato Ivano Russo. Anche il ragazzo venne coinvolto in questa storia perché per l’accusa Sabrina Misseri, innamorata di lui, era gelosa della cugina Sarah Scazzi che si era avvicinata troppo a Ivano. Sul Corriere del Mezzogiorno è stata pubblicata un’intervista esclusiva con le sue dichiarazioni: «Sabrina liberi la sua coscienza da quel tremendo fardello e dica tutta la verità». Con queste parole sembra proprio che Ivano Russo sia a conoscenza del segreto dietro il delitto di Avetrana o che reputi Sabrina Misseri colpevole. Ricordiamo infatti che non c’è mai stata una piena confessione.

Ivano Russo ha raccontato che quel 26 agosto del 2010 ha cambiato il corso della vita di molte persone, soprattutto la sua. Dopo il pranzo aveva deciso di riposarsi un po’ e poi avrebbe incontrato i suoi amici, come sempre. Però la scomparsa di Sarah Scazzi, la più piccola del gruppo, lo ha interessato in prima persona visto che è stato il sospettato numero uno. É impossibile per Ivano Russo riuscire a rifarsi una vita e al dolore per la perdita della cara amica si aggiunge quello di non poter vedere il figlio di 2 anni e mezzo perché la sua ex compagna lo accusa di “cose terribili”.

Lascia un commento

Back to Top