HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsScomparsiScomparsa Emanuele Arcamone: I genitori lanciano un nuovo appello

Scomparsa Emanuele Arcamone: I genitori lanciano un nuovo appello

di

Emanuele ArcamoneEmanuele Arcamone è scomparso da Ischia l’8 maggio del 2013. Durante l’ultima puntata di Chi l’ha visto i genitori hanno lanciato un nuovo appello

I genitori di Emanuele Arcamone in questi anni di totale silenzio non hanno mai perso la speranza di rivedere il figlio e nell’ultimo appello fatto a Chi l’ha visto hanno chiesto se qualcuno in questi ultimi mesi abbia visto il giovane.

Franco e Lucia erano intervenuti per commentare la misteriosa scomparsa di Gianluigi Russo, un 25enne che come Emanuele amava follemente la famiglia e che non aveva grilli per la testa.

Emanuele Arcamone frequentava ingegneria meccanica all’Università di Napoli e il giorno della scomparsa aveva lasciato la città per tornare a Ischia dai genitori.

Il 23enne prima di sparire nel nulla aveva salutato la madre che era in cucina a preparare il pranzo. Intorno alle 14 era uscito di casa senza portare con sè documenti, soldi e cellulare. Il padre di Emanuele, che è autista di autobus, durante l’ultima corsa del suo turno aveva incrociato per l’ultima volta lo sguardo del figlio lungo la strada che da Ischia Porto conduce a Casamicciola Terme.

Da quel momento di Emanuele Arcamone si perdono le tracce. I genitori si erano accorti della scomparsa del figlio intorno alle due di notte quando si erano resi conto che il giovane non era ancora tornato a casa e preoccupati avevano dato il via alle ricerche.

Gli esperti avevano setacciato l’intera isola servendosi anche dell’aiuto degli elicotteri che però non avevano dato esiti positivi.

Era stato così ipotizzato un suicidio proprio perchè il 23enne stava vivendo un periodo difficile a causa di lutti familiari, la perdita di un caro amico e una delusione amorosa. Eppure Franco e Lucia non credevano che la crisi del figlio potesse essere così grave e profonda proprio perchè Emanuele era un ragazzo forte, brillante, studioso e allegro.

Chi l’ha visto si è occupato del caso diverse volte riuscendo ad ottenere numerose segnalazioni da Napoli e sempre più frequentemente da Milano tanto che si è iniziato a pensare che il giovane possa trovarsi lì e vivere per strada o che possa essere finito in una setta.

Lascia un commento

Back to Top