HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsScomparsa Mario Bozzoli: fumata anomala dai forni, l’impianto venne riavviato
mario bozzoli_scomparso

Scomparsa Mario Bozzoli: fumata anomala dai forni, l’impianto venne riavviato

di

Proseguono senza sosta le indagini per fare luce sul giallo di Marcheno, in provincia di Brescia, dove non si hanno più notizie dell’imprenditore Mario Bozzoli dallo scorso 8 ottobre, e dove un suo dipendente, Giuseppe Ghirardini, è stato trovato privo di vita qualche giorno dopo.

mario bozzoli_scomparsoÈ ancora da verificare la testimonianza rilasciata da uno dei dipendenti della fonderia Bozzoli secondo cui, la sera della scomparsa di Mario Bozzoli, una fumata anomala, li costrinse a riavviare i forni. Questa situazione si verifica quando vengono introdotti materiali diversi rispetto a quelli normali. La dichiarazione è stata messa agli atti. Al momento del guasto tecnico c’erano 3 persone. Una delle ipotesi più agghiaccianti è che Mario Bozzoli possa essere caduto accidentalmente nel forno per verificare a cosa fosse dovuta la fumata anomala. E se qualcuno invece l’avesse spinto?

Del caso della scomparsa di Mario Bozzoli se ne stanno occupando tutti i principali programmi televisivi di approfondimento, tra cui Porta a Porta. Proprio ieri sera, uno dei legali che assiste la famiglia Bozzoli ha fatto presente che negli ultimi tempi tra Mario e il fratello Adelio c’erano alcuni problemi. I due erano titolari della fonderia. Tra gli altri accertamenti in corso, quelli sul furgone che è stato visto la sera della scomparsa di Mario Bozzoli. Intanto non sono ancora disponibili i referti dell’autopsia sul corpo di Ghirardini per capire se la morte sia violenta o naturale, e se il decesso possa essere collegato alla scomparsa del titolare.

Le ipotesi al vaglio degli inquirenti sono molte, così come le testimonianze da verificare, oltre a quella dei forni, ci sono quelle che riguardano gli ultimi attimi di vita di Ghirardini. L’uomo è stato visto nella tarda serata di martedì e mercoledì mattina presso un bar di Vezza d’Oglio, in Valcamonica, distante alcuni chilometri da Marcheno. È stata una casualità? Il quadro che emerge è piuttosto frammentato e, più passano le ore, più il giallo si infittisce. Le speranze di trovare Mario Bozzoli in vita sono svanite da tempo.

Lascia un commento

Back to Top