HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
ScomparsiPrimo Zanoli: dopo 3 anni è stato ritrovato, mummificato, in ospedale
primo zanoli

Primo Zanoli: dopo 3 anni è stato ritrovato, mummificato, in ospedale

di

Dov’era il padre di Barbara? Dopo mesi e mesi di dubbi, e domande, si è scoperto che stava al piano terra, completamente mummificato, avvolto ancora nel suo pigiama, e alla base di un cavedio. L’uomo si trovava alla base di un condotto dell’aerazione accanto alla camera mortuaria. Sono stati i tecnini specializzati di un agenzia investigativa di Modena a scoprirlo. I familiari, in tutti questi anni, hanno sempre insistito per cercare dentro l’ospedale. Finalmente, dopo tanto tempo, l’azienda sanitaria ha finanziato delle nuove ricerche.

primo zanoliGli investigatori sono partiti  dal tetto, ed hanno osservato con delle semplici, ma efficaci, telecamere a filo, uno per uno i condotti verticali che collegano i vari piani dell’ospedale. Quelli in cui passano le tubature, o servono per l’aria condizionata.

Facciamo un passo indietro: Primo Zanoli ha 63 anni, è ricoverato da alcuni giorni in ospedale. La notte del 30 dicenmbre 2011 si allontana dalla sua camera e scompare. Quando si inizia a raccontare la sua storia, anche le telecamere di Chi l’ha visto vogliono verificare come furono svolte le ricerche all’interno dell’ospedale.

Il personale della sicurezza dell’azienda sanitaria accompagna la troupe televisiva in tuti quei locali all’interno dei quali solo le persone autorizzate possono accedervi. Insomma, in tuti quei luoghi in cui hanno cercato senza trovare niente.Ammettono persino di aver guardato nei condotti dell’aria condizionata.

Loredana, la moglie, aveva raccontato un’espidoio accaduto alcuni giorni prima della scomparsa del marito: un infermiere, durante k’orario di visita, le disse che il marito quella notte andò a dormire in un altro letto, e in un’altra camera. La donna è convinta che il signor Primo la stesse cercando, in quanto non capiva dove si trovasse in quel momento.

Mentre la figlia si allontana per i riconoscimenti del caso, gli inquirenti inizano ad investigare, e scattano molte foto all’ala dell’ospedale che al tempo era in costruzione: Primo Zanoli è precipitato proprio da lì. Un volo di 7-8 metri dentro il condotto dell’aerazione. Un pozzo dentro il quale è stato per 3 anni. Eppure, avevano assicurato che tutti i condotti erano stati controllati.

Il dubbio, però, è uno: come ha fatto ad entrare in una zona che doveva essre chiusa a chiave? Sono stati impegnate varie unità investigative: dai cinofili alla polizia. Solo dopo 3 anni, dopo insistenze della famiglia, l’ospedale ha stanziato altri fondi per investigare, ed ha chiamato l’agenzia Sheridan di Modena. Dopo 3 giorni lo hanno trovato.

C’è un responsabile che risponderà di questo tragico evento? Per il momento  l’ospedale non commenta, ma ha diramato un comunicato stampa all’interno del quale spiegano che si sono impegnati nelle ricerche. Tuttavia, si chiedono se sia veramente il corpo di primo Zanoli, quello ritrovato. Il dubbio serpeggia: altri pazienti sarebbero scomparsi?

(Fonte Chi l’Ha Visto)

Lascia un commento

Back to Top