HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsScozia: ergastolo per Rachel Fee e la compagna Nyomi Fee, hanno seviziato il proprio figlio di due anni

Scozia: ergastolo per Rachel Fee e la compagna Nyomi Fee, hanno seviziato il proprio figlio di due anni

di

La coppia gay formata da Rachel Fee e Nyomi Fee, sono state condannate all’ergastolo per aver ucciso il piccolo Liam di soli due anni, figlio di Rachel avuto da una relazione precedente.

Omicidio Liam delitti.net GiusyIl bambino è morto a marzo del 2014, ma il processo condotto in Scozia a carico delle due donne è giunto a termine solo pochi giorni fa con la condanna al carcere a vita per entrambe. Un caso dai dettagli agghiaccianti che vanno oltre ogni possibile immaginazione: crudeltà e efferatezza senza limiti ha portato le due donne a compiere atti innominabili su quella povera creatura.

Il bambino viveva in condizioni igieniche spaventose, tra rifiuti e sporcizia, legato al letto senza materasso o a un altro letto inzuppato di acqua e urina. A volte veniva portato fuori dalle due aguzzine con il passeggino ma con la testa coperta da una felpa.

Liam è stato torturato per due anni, l’intero lasso di tempo della sua breve vita .  Durante le indagini scattate grazie ad alcune segnalazioni di una baby sitter e di alcune maestre dell’asilo che Liam frequentava saltuariamente, gli inquirenti  hanno accertato che il bambino era sistematicamente seviziato, chiuso in una gabbia, picchiato, legato, frustato e abusato.

Lo costringevano a dormire su quel letto completamente bagnato, era minacciato e terrorizzato in continuazione, la minaccia più ricorrente era quella di tagliargli i genitali con un seghetto elettrico, è stato chiuso in gabbia con il cane, e poi costretto a mangiare gli escrementi dell’animale. Gli strofinavano il viso con biancheria sporca e lo costringevano a mangiare il suo stesso vomito. Al momento del decesso (avvenuto per stenti e per le forti percosse continuate) il medico legale ha riscontrato sul cadavere una frattura al braccio destro e una alla coscia sinistra, ecchimosi, tagli e ferite infette su tutto il corpo e un profondo taglio al cuoio capelluto quasi rimarginato.

Le due donne sono accusate di aver riservato lo stesso trattamento ad altri due bambini che gli erano stati lasciati in custodia, figli di vicini di casa; nonostante le prove schiaccianti le due assassine si sono sempre dichiarate innocenti. Ora giustizia è fatta.

Il luogo dove Liam ha vissuto e dove è morto per le lunghe sevizie

Fonte foto: daily mail.co.uk

Lascia un commento

Back to Top