HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsSedicenne uccisa per aver pubblicato foto dell’amica nuda su social network

Sedicenne uccisa per aver pubblicato foto dell’amica nuda su social network

di

sedicenneAmiche per la pelle fino a qualche mese prima. A far scattare la scintilla alla sedicenne è stata la pubblicazione su Facebook e su Twitter da parte della vittima di alcuni “selfie” che ritraevano le due ragazze nude e in pose sexy

Anel Baez, la ragazza vittima dell’omicidio, è stata uccisa dalla sua coetanea, che ora si trova in carcere, con 65 coltellate. Per capire la vicenda avvenuta a Guamuchil, nel Messico occidentale, bisogna fare qualche passo indietro fino all’inizio dell’anno, periodo in cui la vittima aveva pubblicato le foto delle due ragazze su alcuni social network, forse per sentirsi grande o probabilmente per essere seguita e “ammirata” da più ragazzi possibili.

L’assassina nel corso dei mesi aveva però cercato di far capire alla sedicenne di essere molto infastidita da quelle immagini pubblicate: “Ti può sembrare che io sia calma ma nella mia mente ti ho già ucciso tre volte. Sei fortunata se vivi fino alla fine dell’anno”.

Dalle parole ai fatti è bastato poco. Erandy Elizabeth Gutierrezaveva di recente invitato Anel Baez a casa per chiarire la situazione. La sedicenne avrebbe poi finto di andare in bagno, si sarebbe recata in cucina per prendere un grosso coltello con il quale avrebbe successivamente colpito di sorpresa la ragazza che è stata trovata dalla polizia in un lago di sangue.

Prima di essere arrestata, la giovane assassina avrebbe addirittura cercato invano di cancellare le tracce della sua presenza nell’abitazione.

Essendo ancora minorenne Erandy Elizabeh Gutierrenz rischia una pena di soli sette anni di carcere.

Nel liceo frequentato da entrambe le ragazzine, il preside Juan Eulogio War Liera ha organizzato conferenze e seminari per cercare di evitare il ripetersi di certi tragici episodi: “Voglio dirvi che in questa comunità non siete soli. Condividiamo il vostro dolore e la vostra rabbia. Faremo di tutto per superare questo momento amaro. L’unità in una famiglia è l’unica strada per preservare la pace, i valori, la tranquillità e per avere un mondo migliore”.

Lascia un commento

Back to Top