HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidi in FamigliaSerena Checchi: Spara all’ex marito e poi si costituisce

Serena Checchi: Spara all’ex marito e poi si costituisce

di

Serena ChecchiSerena Checchi ha sparato al suo ex marito forse dopo una ennesima lite. A differenza delle precedenti questa volta la donna, 37 anni, si era portata dietro una pistola. Tre sono stati i colpi sparati che hanno raggiunto la vittima ad un bracio, al torace e alla schiena

Il tutto è avvenuto sotto lo sguardo terrorizzato dei figli sulla collina di Ponte di Serravalle, quando Serena Checchi ha tentato di ammazzare il suo ex marito che per fortuna è riuscito a salvarsi, i proiettili infatti, non hanno leso organi vitali. Al momento l’uomo, identificato come Vasco Guidi di 42 anni, è ricoverato in prognosi riservata ma non è in pericolo di vita.

La vicenda è avvenuta ieri pomeriggio, intorno alle 17.45. Subito è scattata la caccia per ritrovare Serena Checchi che dopo aver lasciato i bambini al loro nonno, accompagnata dal proprio avvocato si è presentata alla caserma dei carabinieri per costituirsi.

Serena Checchi ha raccontato in lacrime e in stato di choc ciò che era accaduto in quei tragici momenti. La donna è stata arrestata per tentato omicidio e porto abusivo di arma da sparo ed ora si trova al carcere di Sollicciano.

Non sono ancora chiari i motivi del litigio e cosa abbia spinto la 37enne a sparare contro l’uomo che si trovava con i bambini in un appezzamento di terreno che aveva acquistato per trasformarlo in un piccolo giardino per passare del tempo con i suoi figli nei giorni in cui erano affidati a lui.

Mentre i piccoli ed il padre giocavano su un fuoristrada giocattolo, Serena Checchi si è improvvisamente presentata alle spalle dell’uomo per trasformare una giornata allegra in un momento di terrore.

Subito dopo la donna ha caricato i figli sull’auto del padre e si è data alla fuga.

La preoccupazione degli agenti e dei familiari era che potesse fare del male anche ai bambini o alla nuova compagna della vittima.

Lascia un commento

Back to Top