HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsUltimissimeSettantenne investito da un bengalese di 36 anni

Settantenne investito da un bengalese di 36 anni

di

A Cologno Monzese, nel Milanese, un settantenne è stato investito da un giovane  bengalese ,di 36 anni, contromano, e sprovvisto di patente di guida.

Stamani a Cologno Monzese, nel Milanese, si è verificato un bruttissimo incidente stradale.

La dinamica del tragico incidente è paurosa: il guidatore al volante, e in contromano, ha travolto il malcapitato anziano di 70 anni, che nel frattempo passeggiava tranquillamente , lasciandolo li sul ciglio della strada senza nemmeno intervenire per i primi soccorsi.

Coinvolto nel grave evento un uomo di 70 anni che ora è ricoverato in condizioni molto gravi all’ospedale di Niguarda, a Milano, dopo un brutto incidente per colpa di un automobilista che guidava contromano e, secondo le prime testimonianze, non si sarebbe nemmeno fermato a prestare i primi soccorsi al ferito.

L’uomo al volante è un operaio agricolo di 36 anni sprovvisto di patente.Settantenne

Le dichiarazioni rilasciate ai carabinieri da parte di R.M, originario del Bangladesh, non lasciano scampo a nessuna interpretazione, alla giuda della Polo ha investito il povero anziano e poi si è dato alla fuga.

Prontamente rintracciato e scovato dai militari della Compagnia di Sesto San Giovanni (Milano), il 36enne è risultato sprovvisto di patente in quanto sequestrato nel 2012, con altre 120 patenti, perché prese illegalmente.

L’uomo aveva deciso di pagare per avere la licenza di guida, rilasciata con l’aiuto di ben nove funzionari della motorizzazione di Milano e sei proprietari di scuole guida, tutti, ora accusati di associazione per delinquere finalizzata a reati contro la Pubblica Amministrazione, corruzione in atti d’ufficio e falso ideologico, nella maxi inchiesta chiamata “Easy Rider”.

R.M, originario del Bangladesh, di 36 anni, invece è stato accusato di omicidio colposo, omissione di soccorso e guida senza patente.

Come sia possibile ottenere una licenza di guida, così facilmente oggi in Italia, senza dover faticare e con l’aiuto di funzionari predisposti al suo rilascio per poi trovarsi di fronte a questi brutti episodi, che potevano essere anche molto più tragici più di quanto già non lo siano: questo è il questo che gli inquirenti devono provare a risolvere!!

 

 

 

Lascia un commento

Back to Top