HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioNewsOmicidi in FamigliaSeveso: uccide la moglie strangolandola davanti ai bambini

Seveso: uccide la moglie strangolandola davanti ai bambini

di

Seveso: ennesimo femminicidio in Lombardia dove una donna viene uccisa ogni due settimane; il triste record è stato confermato ieri notte da una nuova tragedia familiare, proprio alla vigilia della giornata dedicata alla violenza sulle donne; la vittima è Elisabeth Huayta Quispe, 29 anni, peruviana, strangolata nel suo appartamento di via Mazzini da  Vittorio Fernando Vincenzi, 56 anni, proprietario della farmacia sotto casa.

seveso-femminicidio-delitti-net-1Seveso è il luogo dove la famiglia abitava da anni, e anche se nessun segnale traspariva all’esterno, la coppia viveva già da tempo un rapporto fatto di liti, anche molto violente, la donna subiva quel rapporto fatto di paura e diverbi turbolenti tra le mura domestiche senza chiedere aiuto, poi ultimamente le cose erano peggiorate, fino al punto che durante una lite più violenta del solito erano dovuti intervenire i carabinieri, allontanando l’uomo da casa.

I due sembravano decisi a separarsi, lui era andato via, ma i bambini piangevano chiedevano del loro papà, allora la donna ha cercato di ricucire il rapporto ha chiamato il marito, chiedendogli di tornare a casa per i figli; ma le cose non erano migliorate anzi, le liti nascevano più accese di prima, lui era sempre più aggressivo e manesco; fino al tragico epilogo della scorsa notte quando l’uomo durante l’ultima litigata ha messo le mani intorno al collo di Elisabeth e ha stretto senza più fermarsi fino a che lei è scivolata via dalle sue mani assassine senza vita; tutto questo davanti ai loro due bambini di tre e un anno appena, terrorizzati e in lacrime, cosi li hanno trovati i carabinieri di Seveso che li hanno calmati e presi subito in custodia; in seguito sono stati affidati ad alcuni parenti della madre uccisa.

Dai primi accertamenti effettuati dai militari pare che l’uomo prima di strangolare la compagna abbia anche tentato di affogarla, infatti i carabinieri hanno trovato una pentola piena d’acqua nel mezzo del corridoio della casa; una volta resosi conto di quello che aveva fatto ha nascosto il cadavere dietro a un mobile e ha sprangato la porta della cucina, i carabinieri allertati da un cugino al quale l’omicida aveva telefonato poco prima hanno trovato Vincenzi sul pianerettolo di casa abbastanza confuso, l’uomo continuava a ripetere:  “ho combinato un disastro”; nella cucina teatro del dell’omicidio è stato anche ritrovato un biglietto di scuse dell’uomo. Vittorio Fernando Vincenzi ora è  in stato d’arresto per omicidio in flagranza di reato, nel carcere di Sanquirico, a Monza, dove è stato ascoltato dal sostituto procuratore Giulia Rizzo. Frastornato.

Una recente statistica ha reso noto che sono 116 le donne uccise nei primi dieci mesi del 2016 in tutta l’Italia, e la Lombardia detiene il primato regionale con oltre venti vittime nei primi mesi del 2016, in pratica una ogni due settimane.

 

Lascia un commento

Back to Top