HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsSi lancia dal balcone con il figlio di 3 anni: l’ultimo saluto ai colleghi

Si lancia dal balcone con il figlio di 3 anni: l’ultimo saluto ai colleghi

di

Antonello Fiore, 45enne infermiere di Padula, si è lanciato dal balcone della sua abitazione portando con sè il figlio Samuele di soli 3 anni. I colleghi hanno ricordato il suo “ultimo saluto”

Sono morti sul colpo dopo un volo di circa 10 metri: per Antonello Fiore e il figlioletto Samuele non c’è stato nulla da fare. Non è chiaro perchè l’infermiere abbia deciso di lanciarsi dal balcone trascinando con sè anche il bimbo ma, secondo alcune indiscrezioni, pare che poco prima della tragedia ci sia stata una ennesima lite tra l’uomo e la compagna.

A ricordare l’ultima telefonata di Antonello sono stati i colleghi, ignari che quella chiamata potesse trasformarsi in breve tempo in un ultimo saluto: “Ci aveva fatto una telefonata per sapere come stavamo e salutarci. Una chiamata che ci era sembrata strana, ma poi non avevamo dato più tanto peso alla cosa. Oggi, con il senno di poi, ci siamo detti che forse quella era una telefonata di addio e che probabilmente Antonello aveva già in mente di volerla farla finita, ma non riusciamo a capire perché abbia voluto trascinare con sé, nel suo gesto insano, anche suo figlio”.

I rapporti con la compagna, secondo il racconto di alcuni vicini, erano da tempo burrascosi: “La compagna Fortuna è una brava persona, lei ha alle spalle già un matrimonio e una figlia di 17 anni che da qualche tempo si trova a Napoli. Prima viveva a Polla con il marito, poi è arrivata la separazione e successivamente ha conosciuto Antonello e dopo poco è nato Samuele. Ultimamente non andavano d’accordo e litigavano spesso, però mai avrei pensato che si sarebbe potuta verificare una tragedia del genere”.

A parlare è stata anche la compagna dell’uomo: “Non era la prima volta che litigavamo e lui andava a dormire a casa della mamma al secondo piano insieme a nostro figlio, nulla poteva farmi pensare ad una cosa del genere, come potevo pensare che volesse togliersi la vita e portare con sé suo figlio. Certo litigavamo ma mai Antonello ha minacciato di fare del male al bambino“.

Per il momento resta un mistero il movente di tale gesto: forse Antonello Fiore voleva allontanare dalla compagna anche il figlio? O tutto è legato anche alla malattia neurologica che da qualche tempo gli era stata diagnosticata? Soltanto ulteriori indagini porteranno alla verità.

Lascia un commento

Back to Top