HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Omicidi in FamigliaSonia Trimboli assassinata dal compagno per gelosia
Sonia Trimboli

Sonia Trimboli assassinata dal compagno per gelosia

di

Ennesimo femminicidio a Milano: la donna è stata strangolata dal compagno, Gianluca Gerardo Maggioncalda, ma pare non fosse la prima volta che le metteva le mani addosso

Sonia TrimboliIl lungo elenco dei femminicidi si arricchisce di un altro nome. E’ quello della 42enne Sonia Trimboli che è stata strangolata dal suo compagno, Gianluca Gerardo Maggioncalda (della sua stessa età) in un appartamento di Milano,.

Alla base del delitto, secondo i primi rilievi coordinati dal pm Giancarla Serafini, l’ennesima lite scatenata dalla gelosia dell’uomo che ha prontamente confessato il gesto ed è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario aggravato. Già due mesi fa, come è stato riferito da un conoscente che vive di fronte al loro appartamento, la donna era stata soccorsa, ferita e sanguinante, da alcuni vicini. Anche in quell’occasione il fidanzato era stato fermato, ma aveva detto di essere già in casa a quell’ora e soprattutto la donna non aveva sporto denuncia.

Questa volta invece è andato sino in fondo. L’omicidio si è consumato domenica attorno alle 16: Maggioncalda si è avventato sulla donna strangolandola con del nastro da pacchi. Successivamente, ma solo in tarda serata, ha chiamato un amico per confessargli quello che era successo, tanto che questi aveva subito avvisato i carabinieri della stazione locale che hanno girato la segnalazione ai colleghi di Milano.

Quando sono andati a controllare, sulle scale hanno incontrato il padre della donna, che abitava al piano di sotto e a cui hanno chiesto di controllare come stesse la figlia. E’ stato lui a rinvenire il corpo e così è partita la caccia all’uomo che è stato rintracciato attorno alle 22.30 dagli agenti in un’altra zona di Milano.

E ora emerge che la donna assassinata, otto anni fa era sfuggita miracolosamente ad un altro tentativo di assassinio in un altro palazzo milanese dove forse era andata per acquistare droga: un marocchino l’aveva aggredita per violentarla mentre erano rimasti solo in un appartamento e nel corso della colluttazione Sonia era rimasta ferita gravemente.

Lascia un commento

Back to Top