HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsSpagna – strage Erasmus – i genitori di Serena: “torniamo a casa e ci ammazziamo”

Spagna – strage Erasmus – i genitori di Serena: “torniamo a casa e ci ammazziamo”

di

“Io e mia moglie andiamo a casa e ci ammazziamo. Non possiamo pensare di vivere senza la nostra Serena. Me l’hanno schiacciata, vedeste come è stata ridotta; quello che ora chiedo è che queste cose non accadano mai più. Non è colpa di nessuno, ma non è possibile che giovani che vengono in un Paese amico come la Spagna per studiare perdano la vita in questo modo così assurdo”.

serena saracino strage erasmus - delitti.net (2)Queste parole accorate, piene di dolore e disperazione sono state pronunciate da Alessandro Saracino a Pomeriggio 5, il padre di Serena, una delle studentesse morte nel terribile incidente avvenuto a Tarragona, in Spagna. Serena Saracino era partita a febbraio nell’ambito dell’Erasmus, per studiare e portare avanti il secondo semestre di Farmacia a Barcellona; la giovane avrebbe compiuto 23 anni il 28 marzo, proprio il giorno di Pasquetta.

I genitori appena informati dell’incidente alla figlia si sono messi subito in viaggio; all’arrivo in Spagna sono stati accompagnati in Ospedale per il riconoscimento della salma, che è stato reso possibile solo da un piccolo dettaglio:  Serena portava al dito un anello del nonno.

Serena era una ragazza bellissima, simpatica con un sorriso meraviglioso, i capelli lunghi e una spiritosa frangetta sugli occhi, lavorava come maschera di sala ai concerti all’auditorium Rai; La studentessa, terminato il liceo scientifico Segré, si era iscritta alla facoltà di Farmacia; ai primi di febbraio, era partita per l’Erasmus a Barcellona; dove si trovava davvero bene, tantè che alcuni giorni fa aveva inviato una mail alla sua facoltà per prolungare la permanenza in Spagna tramite il tirocinio.

Lascia un commento

Back to Top