HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsStefano Bertona e Leyla Sultangarewa, morti in yacht: spunta l’ipotesi omicidio
Stefano Bertona

Stefano Bertona e Leyla Sultangarewa, morti in yacht: spunta l’ipotesi omicidio

di

stefano bertonaStefano Bertona e la fidanzata, Leyla Sultangarewa, sono stati trovati morti nei giorni scorsi a bordo dello yacht dell’imprenditore torinese. Dopo aver ipotizzato un avvelenamento da monossido di carbonio furioscito dal motore, gli esperti non escludono che possa trattarsi di un duplice omicidio

“Diario di bordo: giornata impegnativa di navigazione nella nebbia, peggio della pianura padana in febbraio, ma ripagata ampiamente da una splendida Marsiglia e da delfini ovunque!”, è questo l’ultimo post pubblicato su Facebook da Stefano Bertona, trovato morto insieme alla sua fidanzata e collaboratrice sul suo yacht, sul quale sono stati rinvenuti droga, bevande alcoliche e giochi erotici.

I due potrebbero essere stati uccisi e non sarebbero dunque morti per avvelenamento. A parlare è un poliziotto che, dopo aver seguito il caso con i colleghi della squadra mobile di Genova, ipotizza ad un omicidio: “A me questa storia, molto semplicemente, non quadra. E l’ipotesi dell’incidente, della morte per intossicazione da monossido a bordo d’uno yacht ormeggiato a giugno in Costa Brava beh, sulle prime, farebbe sorridere chiunque ancorché accreditata dalle autorità locali”.

Il motivo di tutti questi dubbi è nato dopo aver scavato nella vita dell’imprenditore. Un mese prima di morire, Bertona era stato minacciato alla Marina di Sestri con “un pestaggio a seguito della mancata restituzione d’un debito”. Tra una condanna per bancarotta fraudolenta, alcune denunce e contatti con un pusher genovese, bisogna capire al meglio la vita dell’imprenditore, forse ucciso per droga o debiti d’affari: “Bertona era diretto con ogni probabilità a Formentera, e ancora non è chiaro con chi avesse appuntamento. O la droga o i debiti d’affari: uno di questi due aspetti, in Spagna, è stato preso un po’ troppo alla leggera”.

Fonte: Ilsecoloxix.it

Lascia un commento

Back to Top