HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiStrage a Tempio Pausania
Tempio Pausania

Strage a Tempio Pausania

di

Il delitto avvenuto ieri sera Tempio Pausania: il movente potrebbe essere l’usura

11.28 Secondo quanto riporta l’Ansa potrebbe esserci un’importante svolta nella notte per le indagini sul triplice omicidio sardo: tra le tantissime persone che sono state interrogate dai carabinieri ieri, l’attenzione si sarebbe spostata su quattro-cinque soggetti: in particolare gli investigatori avrebbero indagato su un uomo, amico della famiglia Azzena, che si trova da ieri sera in caserma, ed è stato sentito per tutta la notteTempio Pausania

Per l ‘Ansa al momento non ci sarebbero provvedimento di fermo.

Un buon aiuto per le indagini potrebbe venire dal sistema di sorveglianza della casa.

Aggiornamento 19 maggio, ore 10:18 – Potrebbe essere un problema legato all’usura all’ombra dei motivi della strage che è stata scoperta ieri a Tempio Pausania, in Sardegna.

Secondo quanto è stato riportato da fonti inquirenti sarebbe Giovanni Maria Azzena e la moglie che erano molto conosciuti a Tempio: gestivano un’attività commerciale di abbigliamento e calzature per bambini e l’omicidio potrebbe riferirsi alla loro attività, ma non solo: l’uomo nel 2008 fu arrestato in una operazione della Guardia di finanza, denominata “Lotta allo strozzino”, legata all’usura e alle estorsioni.

Questa è la direzione che gli inquirenti sono pronti a seguire per capire la tragica morte della famiglia.

Questa mattina si svolgerà l’autopsia sui corpi di Giovanni Maria Azzena, della moglie Giulia Zanzani, e del figlio 12enne Pietro: non è ancora chiaro se siano morti per i colpi scagliati con dei corpi contundenti o per soffocamento, probabilmente con dei cavi elettrici.

Una nuova strage familiare dopo quella che si è verificata a  Santhià, ma in questo caso gli inquirenti sono  alla ricerca del vero responsabile.

A Tempio Pausania, in provincia di Olbia, si è consumato nella serata di ieri un agghiacciante delitto.

Sotto i colpi del killer sono caduti Giovanni Maria Azzena, 50 anni, la moglie Giulia Zanzani, 48 anni, e anche il figlio Pietro, di appena 12 anni.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Back to Top