HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsStudentessa stuprata e bruciata viva. In Turchia scoppia la protesta

Studentessa stuprata e bruciata viva. In Turchia scoppia la protesta

di

studentessaIn tutta la Turchia è scoppiata la protesta per l’omicidio di Ozgecan Aslan, una studentessa di 20 anni che è stata stuprata, pugnalata e data alle fiamme. Migliaia sono state le persone che hanno indossato qualcosa di nero per ricordare la giovane vittima

Rapita, violentata ed uccisa, un tragico destino quello della giovane studentessa i cui resti carbonizzati sono stati rinvenuti sulle sponde di un fiume.

Questa ennesima brutale violenza nei confronti di una donna non è passata inosservata. La giovane infatti, è diventata un simbolo di protesta che ha coinvolto numerose persone che sono scese in piazza per invocare giustizia e per chiedere il ripristino della pena di morte.

Sono stati i genitori a lanciare l’allarme per la scomparsa della studentessa ma dopo 48 ore si è scoperta l’amara verità. La giovane è stata rapita dall’autista del piccolo bus che avrebbe dovuto portarla a casa dopo l’università.

L’uomo ha condotto il mezzo in un luogo i solato ed in compagnia di un complice ha tentato di violentare la giovane che si è difesa utilizzato uno spray urticante al peperoncino.

Aslan ha cercato di difendersi in ogni modo possibile ma i due brutali uomini hanno trasformato la loro perversione sessuale in un omicidio. Hanno accoltellato la studentessa, colpita con una spranga, le hanno tagliato le dita e le hanno dato fuoco per impedire il riconoscimento del cadavere.

Uno di loro ha poi chiesto aiuto al padre per nascondere il corpo senza vita della 20enne. I tre che credevano di averla fatta franca sono stati arrestati perchè incastrati da alcune tracce di sangue trovate nel bus e dal cappellino della studentessa che indossava proprio il giorno della scomparsa che è stato riconosciuto dai familiari.

Seguirò personalmente il caso in modo che ai colpevoli venga inflitta la pena più severa – ha dichiarato il presidente turco – Sto già seguendo la vicenda, la violenza contro le donne è una ferita sanguinante nel nostro Paese”.

Lascia un commento

Back to Top