HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsSuore uccise in Burundi: è coinvolto il prete Claudio Marano?

Suore uccise in Burundi: è coinvolto il prete Claudio Marano?

di

claudio maranoIl triplice omicidio delle suore Olga Raschietti, Lucia Pulici e Bernardetta Boggian, avvenuto il 7 settembre 2014, ha un ipotetico colpevole. Nelle ultime ore però, un agente dei servizi segreti locali ha raccontato di aver visto padre Claudio Marano durante una riunione preparatoria

Le suore missionarie son state uccise probabilmente perchè erano venute a conoscenza di traffici illeciti di medicinali e minerali. Una scoperta che avrebbero voluto denunciare e annunciare in tutto il mondo creando disordini immensi. E’ proprio per questo che c’è stato il bisogno di toglierle la parola per sempre uccidendole brutalmente.

Il colpevole della tragedia sembra esserci ma, come ha riportato Il Fatto Quotidiano, un agente dei servizi segreti locali, il reo confesso Juvent Nduwimana, ha dichiarato di aver visto durante una riunione padre Claudio Marano confabulare con dei capi prima che venisse confermato agli altri di uccidere le tre suore.

Il religioso, che ha dedicato la sua vita alle difficoltà del Burundi, potrebbe essere coinvolto nella vicenda? Per fare luce sulla dichiarazione di Nduwimana padre Claudio Marano è stato convocato dagli inquirenti.

La magistratura vuole chiarire la posizione dell’uomo in questa strage perchè potrebbe conoscere dettagli importanti del delitto e anche perchè troppe sono le dichiarazioni discordanti: c’è chi dice di averlo visto a quella riunione, chi preferisce non rispondere e chi invece nega la sua presenza. Qual è la menzogna, quale la verità? L’uomo per il momento risponde con parole che sembrano essere sincere: “Io non c’entro assolutamente nulla”.

La mamma di padre Marano ha poi dichiarato: “Non salterà fuori chi ha davvero commesso quegli omicidi, mi ha ripetuto Claudio. Siamo nelle mani di Dio, solo la grande fede ci salva”.

Intanto, Christian Butoyi, un malato psichiatrico accusato di essere l’autore dei tre omicidi resta in carcere nonostante continuano a circolare testimonianze e confessioni di chi crede che sarebbero stati i servizi segreti a decidere l’eliminazione delle tre innocenti suore in missione.

Lascia un commento

Back to Top