HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Cold CaseSvolta nel giallo delle “buranelle”: incastrato l’ex fidanzato
buranelle

Svolta nel giallo delle “buranelle”: incastrato l’ex fidanzato

di

Importanti novità nel caso delle “buranelle”, Rosalia Molin e Paola Costantini, sparite il 27 ottobre del 1991. Sugli indumenti dell’unico indagato, Nicola Alessandro, sono state trovare delle tracce di polvere da sparo. Per la difesa è solo una contaminazione ma gli inquirenti sono convinti che questa sia la svolta decisiva.

buranelleChe fine hanno fatto le “buranelle”? C’è chi dice di averle viste nel 1992 e nel 1993 ma tutti sono convinti che Paola Costantini di 29 anni e sua nipote Rosalia Molin di 25 anni, siano state uccise la notte del 27 ottobre del 1991. I corpi delle due ragazze, originarie di Burano, nono sono mai stati ritrovati.

La procura di Venezia da 24 anni tenta di far luce sul caso e questa svolta è arrivata grazie ai risultati degli accertamenti scientifici eseguiti dalla scientifica di Roma. Sugli indumenti sequestati a Nicola Alessandro, unico indagato per la sparizione delle “buranelle” sono state rilevate tracce ci polvere da sparo. L’uomo che oggi ha 54 anni era l’ex fidanzato della più giovane delle “buranelle”, Rosalia. L’avvocato della difesa, Igor Zornetta ha dichiarato che è un palese caso di contaminazione dei reperti dovuto alla conservazione non accurata degli stessi.

Le “buranelle” dovevano andare al cinema a Jesolo, ma dopo essere scese dal vaporetto in località Treporti sono svanite nel nulla. La prima svolta decisiva è arrivata circa 3 anni fa quanto è spuntata una testimone che ha detto che i corpi delle “buranelle” sono sepolti nella spiaggia di Cavallino, vicino ad un bar. La zona è stata battuta da cima a fondo anche attraverso degli strumenti speciali che hanno analizzato il suolo in profondità, ma le ricerche non hanno dato alcun esito. Gli inquirenti sospettano che le “buranelle” siano state uccise al culmine di una lite ma anche in questo caso non ci sono conferme.

Fonte: Corriere del Veneto

Lascia un commento

Back to Top