HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsTenta di uccidere i figli lasciandoli soli in auto: il piano fallisce, lei li annega nella vasca

Tenta di uccidere i figli lasciandoli soli in auto: il piano fallisce, lei li annega nella vasca

di

Ha inizialmente tentato di uccidere i figli di 3 e 6 anni senza successo, ma per portare a termine il suo piano, Laurel Schlemmer, mamma statunitense, ha deciso di annegare i suoi bambini nella vasca da bagno

Un duplice omicidio terribile, che lascia senza parole. Laurel Schlemmer, 43enne dello stato della Pennsylvania, ha tolto la vita ai suoi due figli minori per potersi completamente dedicare al figlio di 7 anni: secondo la donna, quest’ultimo aveva maggiori possibilità di riuscire a diventare qualcuno di importante da adulto.

Convinta di questo terribile pensiero, la mamma ha prima tentato invano di uccidere i figli di 3 e 6 anni chiudendoli in macchina con i finestrini chiusi e al sole, per poi annegarli nella vasca da bagno di casa.

Per far sembrare tutto un fatale incidente, la donna avrebbe successivamente telefonato il numero di emergenza spiegando che i due bambini erano rimasti da soli a giocare nella vasca mentre lei si era allontanata per qualche istante. Al ritorno avrebbe fatto la terribile scoperta.

All’arrivo dei soccori le due piccole vittime sono state trovate asciugate, pettinate, vestite e messe una accanto all’altra. Con le dovute indagini, si è scoperta l’inquietante verità.

Secondo l’accusa, Laurel Schlemmer avrebbe riempito la vasca da bagno e, dopo aver fatto entrare i bambini, si sarebbe seduta su di loro per annegarli. Agli inquirenti non è sfuggito l’episodio dell’auto, ma anche un altro particolare: un giorno i due bambini furono portati in ospedale con le costole rotte e segni di pneumatici sui loro corpi.

La donna dunque, avrebbe tentato più volte di uccidere i figli che considerava “non normali”. Dopo l’arresto, la mamma assassina è stata accusata di omicidio ed ora è in attesa della sentenza finale.

Da: Fanpage.it

Lascia un commento

Back to Top