HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidi in FamigliaTeodoro Steano, accoltella la moglie per un raptus di gelosia

Teodoro Steano, accoltella la moglie per un raptus di gelosia

di

Teodoro SteanoFranca Tuppo, 41 anni, è stata accoltellata da Teodoro Steano, 43 anni, mentre era a letto con uno dei suoi figli. La donna al momento è in prognosi riservata all’ospedale di Tarquinia

Teodoro Steano, di origini campane nato a Castellammare di Stabia e residente a Montalto di Castro, aveva deciso di stroncare per sempre la vita di sua moglie. Martedì notte ha quindi colpito Franca con un coltello da cucina al basso ventre. La lama del coltello che era in ceramica si è però spezzata ed una metà è rimasta conficcata nel suo corpo fino a quando i medici hanno deciso di sottoporre la donna ad un urgente e delicato intervento chirurgico per estrarla.

La 41enne per fortuna non sarebbe in pericolo di vita ma la prognosi resta riservata.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, Teodoro Steano avrebbe impugnato il coltello e colpito la donna di sorpresa mentre era a letto con il figlio di 7 anni che ha assistito all’intera scena.

Le tre figlie più grandi che si trovavano nell’appartamento hanno chiamato i soccorsi mentre l’uomo ha tentato invano di rifugiarsi a casa di alcuni amici dove è stato successivamente rintracciato.

A far scaturire tale violenza è stato un raptus di gelosia. Il 43enne non accettava l’idea che la moglie potesse avere un profilo personale su di un noto social network. A nulla sono servite le numerose foto dei figli e del marito che evidenziavano quanto fosse orgogliosa della sua famiglia.

Teodoro Steano è ora accusato di tentato omicidio ma ad aggravare la sua posizione sono anche le numerosi minacce e maltrattamenti rivolti ed effettuati alla famiglia.

Al momento si trova al carcere di Borgata Aurelia e il suo processo verrà eseguito nelle prossime ore. A decidere se l’uomo dovrà rimanere in carcere o se dovrà scontare pene più leggere sarà il giudice del tribunale di Civitavecchia.

Lascia un commento

Back to Top