HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsTiziana Pavani, uccisa in casa: un amico ha confessato l’omicidio

Tiziana Pavani, uccisa in casa: un amico ha confessato l’omicidio

di

Luca Raimondo Marcarelli è il nome dell’assassino di Tiziana Pavani, la 55enne trovata senza vita nella sua casa di Milano. L’uomo ha confessato di aver colpito la vittima nel sonno e di averle poi sottratto il bancomat

Luca Raimondo Marcarelli e Tiziana Pavani si erano conosciuti 4 anni fa su un sito d’incontri. I due avevano avuto una relazione occasionale, che la 55enne aveva deciso di interrompere. La notte del delitto i due si trovavano insieme a casa di lei quando, intorno alle ore 4.30, si è consumata la tragedia.

L’uomo, incensurato, ha colpito più volte la testa della vittima con una bottiglia piena o con un corpo contundente fino ad ucciderla. Il movente sarebbe quello del denaro: l’assassino, che nelle ultime ore ha raccontato tutti agli inquirenti, avrebbe agito forse per impossessarsi di nuovo dei 2.540 euro che aveva prestato a Tiziana e che era certo non avrebbe mai più visto.

Dopo aver ucciso la donna infatti, Marcarelli ha portato via dall’abitazione un cellulare appartenente alla vittima, la sua tessera bancomat e, dopo aver rovistato in casa, è riuscito a trovare anche il codice pin. Successivamente l’assassino si è recato presso uno sportello di Banca Intesa, dove è stato immortalato dalle telecamere di sorveglianza, ed ha prelevato circa 500 euro.

Prima di scappare dalla casa di Tiziana Pavani, Marcarelli ha girato la manopola del gas nella speranza che l’appartamento saltasse in aria e che la morte della vittima potesse essere etichettata come un fatale incidente o un suicidio.

2 commenti

  • Cinà Roberto:

    Essere un uomo è molto, molto imbarazzante in questi casi.. a nome di tutti gli uomini che come me provano vergogna chiedo scusa a tutte le donne che subiscono maltrattamenti!!

  • Cina 'Roberto:

    Essere un uomo è molto imbarazzante in questi casi… a nome di tutti gli uomini che come me provano vergogna chiedo scusa a tutte le donne che subiscono maltrattamenti

Lascia un commento

Back to Top