HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiOmicidi in FamigliaTortona: litigano per l’eredità, Michele Garrone ammazza la sorella

Tortona: litigano per l’eredità, Michele Garrone ammazza la sorella

di

Un fratricidio che suona come un’esecuzione, a Tortona. Michele Garrone, agricoltore di 73 anni, ha ucciso, nella giornata di ieri, la sorella Carla Garrone, di 69, con quattro proiettili sparati dal suo fucile da caccia

fucile_cacciaIl movente del fratricidio sarebbe legato all’eredità di famiglia. Dopo aver commesso l’omicidio, l’uomo ha chiamato i Carabinieri, confessando il reato “Venite, ho giustiziato mia sorella”. Parole che lasciano capire la lucidità e la freddezza con cui l’anziano ha posto fine alla vita della sorella.

Stando alle prime ricostruzioni, l’omicidio è avvenuto nella campagna della periferia di Tortona, più precisamente all’interno del cortile che delimita le case di proprietà dei due fratelli. Dopo aver litigato furiosamente, Michele è salito in casa, ha imbracciato il suo fucile da caccia, si è appostato alla finestra per osservare i movimenti della sorella e, quando l’ha vista avvicinarsi al garage per prendere l’automobile, le ha sparato a sangue freddo: due colpi l’hanno raggiunta alla schiena, altri due al petto. Tutte ferite mortali, che non hanno lasciato via di scampo alla donna.

Sceso in cortile, dopo aver constatato la morte della sorella, Michele Garrone ha chiamato i carabinieri per farsi arrestare.
Secondo chi conosce entrambi i fratelli, tutti e due vivevano da soli e non avevano alcun parente. E sempre secondo queste testimonianze, il loro odio reciproco – che sfociava sempre in liti furiose – durava da tutta la loro intera vita. Routine alla quale il fratello maggiore ha voluto porre fine nel peggiore dei modi.

Lascia un commento

Back to Top