HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidi in FamigliaTragedia familiare: uccide lo zio con la pala
tragedia familiare

Tragedia familiare: uccide lo zio con la pala

di

Ieri pomeriggio in un’abitazione di Mentana, alle porte di Roma, si è consumata una terribile tragedia familiare. Un 56enne di origini congolesi è stato massacrato a colpi di pala dal nipote. Per l’uomo non c’è stato nulla da fare. I vicini hanno allertato i carabinieri che quando sono giunti nei pressi dell’abitazione hanno dovuto bloccare il ragazzo che continuava a massacrare il corpo dello zio.

tragedia familiareLa tragedia familiare è stato l’epilogo di una furiosa lite tra Lusikina Ndomingiedi, conosciuto da tutti come Willy e suo nipote 26enne Valery Luminadio Mbana. Entrambi di nazionalità congolese vivevano sotto lo stesso tetto da qualche mese. Secondo la prima ricostruzione fatta dagli inquirenti Willy aveva richiamato il giovane Valery e lo aveva invitato a trovare un impiego. La discussione è degenerata a tal punto che ha preso una pala e ha colpito a sangue freddo l’uomo. Le urla e i rumori hanno destato l’attenzione dei vicini che hanno subito chiamato i Carabinieri.

Quando i militari sono arrivati sul luogo in cui si era consumata la tragedia familiare, in via del Conventino, hanno dovuto fare forza per bloccare la furia omicida di Valery Luminadio Mbana. Lusikina Ndomingiedi non era ancora morto ed è stato trasportato presso l’ospedale di Monterotondo. Purtroppo è deceduto in ambulanza durante il percorso. Willy aveva un fibra forte perché era un ex pugile, ma i colpi inferti dal nipote gli hanno fracassato il cranio e gli hanno dilaniato il corpo.

Ora il ragazzo è in stato di fermo. I militari della compagnia di Mentana e di Monterotondo sono ancora a lavoro per la ricostruzione dei fatti. Intanto i vicini di casa di Willy sono sgomenti per quanto accaduto, era riuscito ad integrarsi nella comunità locale dove viveva da un paio d’anni. I match più famosi sono stati combattuti negli anni ’80 contro campioni di pesi medio massimi italiani. Willy aveva davvero un cuore grande, aveva deciso di ospitare suo nipote convinto che potesse avere un futuro migliore qui in Italia.

Fonte: RomaToday

Lascia un commento

Back to Top