HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioUccide la fidanzata e tenta il suicidio: “C’era sangue ovunque, la ragazza era morta”

Uccide la fidanzata e tenta il suicidio: “C’era sangue ovunque, la ragazza era morta”

di

debora fusoAumenta purtroppo la lista delle donne uccise dai propri compagni. Questa volta la vittima è stata Debora Fuso, 25 anni, massacrata con 15 coltellate dal suo fidanzato, il quale avrebbe cercato invano di togliersi la vita

L’ha colpita a morte con 15 coltellate sparse in varie parti del corpo. Così Arturo Saraceno, 33 anni, ha tolto la vita alla giovane fidanzata, Debora Fuso, 25 anni. Dopo l’omicidio, l’uomo ha tentato di togliersi la vita accoltellandosi al petto, ma con l’arrivo dei soccorsi è riuscito a salvarsi.

Il dramma si è consumato intorno alle ore 14,00 nell’androne dell’abitazione in cui la coppia viveva, a Magnano, in provincia di Milano, dopo una furiosa lite scatenata forse dalla troppa gelosia di lui. A lanciare l’allarme poco dopo il delitto sarebbero stati alcuni vicini di casa: “Li abbiamo sentiti litigare. Poi le grida disperate sulle scale. Siamo usciti e ci siamo trovato di fronte l’inferno. C’era sangue ovunque e la ragazza era morta”.

Secondo le prime informazioni, la coppia era insieme da sei anni ma da qualche settimana avrebbe smesso di convivere perchè Debora Fuso aveva deciso di tornare a vivere dai genitori. I due erano probabilmente in crisi da tempo anche perchè lui continuava ad ossessionarla con la sua gelosia e lei era ormai stufa: “Lui era diventato molto geloso – raccontano i vicini – Si sentivano litigare spesso. Nessuno poteva immaginare che potesse succedere una cosa simile”

“Era ossessionato dall’idea che potesse avere qualcun altro – ha dichiarato un’amica della vittima – Ma lei era una bravissima ragazza. Senza grilli per la testa. Dolcissima. Molto sentimentale. Amava i cani e la musica. Voleva solo essere serena e non ce la faceva più a vivere con lui”. Una decisione che però le è costata la vita.

Lascia un commento

Back to Top