HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidi in FamigliaUccide la madre a letto, poi tenta il suicidio: si indaga per scoprire il movente

Uccide la madre a letto, poi tenta il suicidio: si indaga per scoprire il movente

di

delitti.netPietro Mavuli, 63 anni, ha impugnato un coltello ed ha ucciso l’anziana madre, Antonia Luigia Dettori di 91 anni, per poi tentare il suicidio. Il movente dell’omicidio resta per ora un mistero

Non è ancora chiaro cosa possa essere scattato nella mente di Pietro Mavuli, che con un coltello e tanta violenza ha deciso di porre fine alla vita della madre, colpendola prima alla gola e poi al torace mentre era a letto. Dopo aver ucciso la donna, il 63enne ha puntato il coltello contro di sè ferendosi con sei coltellate, nessuna delle quali è stata mortale.

All’arrivo dei carabinieri l’uomo si è barricato in casa tentando invano di sfuggire all’arresto, ma gli agenti sono riusciti poco dopo ad entrare nell’appartamento e a fermarlo. L’assassino attualmente è ricoverato all’ospedale San Francesco di Nuoro, mentre per la mamma non c’è stato nulla da fare.

In un primo momento, gli esperti avevano ipotizzato ad un litigio tra mamma e figlio finito in tragedia, ma l’ipotesi è stata subito scartata. Pare infatti che Pietro Mavuli soffrisse di qualche problema psichico, che potrebbe aver scatenato la follia omicida dell’uomo. Per ora dunque, l’omicidio potrebbe essere stato causato da un raputs, ma nulla è stato ancora confermato.

Da scoprire è anche colui o colei che ha avvisato le forze dell’ordine e i soccorsi. La casa in cui vivevano Pietro Mavuli e la madre infatti, è abbastanza isolata e nessuno avrebbe potuto sentire le urla strazianti della donna. Le indagini dunque continuano alla ricerca del vero movente di questa tragedia familiare e non solo.

Lascia un commento

Back to Top