HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoUccise un 14enne adescandolo su internet: ergastolo al baby killer

Uccise un 14enne adescandolo su internet: ergastolo al baby killer

di

Lewis Daynes è stato condannato all’ergastolo per aver ucciso un 14enne, adescandolo sul web. La storia aveva inquietato ed inorridito la Gran Bretagna, ed ora è giunta al suo triste epilogo.

baby killer videogiochiIl giovane 19enne da alcuni mesi chattava assiduamente con il 14enne Breck Bednar. Lewis e la vittima, infatti, giocavano insieme in uno dei tanti videogiochi on line disponibili in rete. Un giorno, però, Daynes chiese a Breck di andare nel suo appartamento dell’Essex (situato nell’est dell’Inghilterra).

Dopo l’iniziale titubanza, la vittima accettò: in fondo, due chiacchiere con un ragazzo poco più grande di lui non lo avrebbero di sicuro ucciso! Secondo il giudice, dietro quella richiesta, c’era un movente sessuale finito nel peggiore dei modi: Breck Bednar, infatti, venne ucciso a coltellate a soli 14 anni.

La storia del Baby Killer dei videogiochi, quindi, finisce nel peggiore dei modi: Lewis Daynes dovrà restare in carcere per almeno 25 anni. Di sicuro, la pena inflitta al giovane 19enne non resituirà la vita del povero Breck, ma per lo meno la giustizia ha messo al sicuro il carnefice di questa triste (ed assurda) vicenda.

Lascia un commento

Back to Top