HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiDossierNewsTrendsUltimissimeUccisi ad Arzano Ciro Casone e Vincenzo Ferrante
arzano

Uccisi ad Arzano Ciro Casone e Vincenzo Ferrante

di

Ciro Casone e Vincenzo Ferrante sono stati uccisi mentre si trovavo nel centro estetico di via Luigi Rocco ad Arzano, nel Napoletano.

I killer di Ciro Casone e Vincenzo Ferrante, attualmente, sono ancora senza identità, ma in queste 48 ore di indagini gli inquirenti sono riusciti a scoprire che uno dei due,  Vincenzo Ferrante, non era il vero destinatario dell’agguato, purtroppo si è trovato nel posto e nel momento sbagliato.arzano

Il giovane, operaio di 29 anni, non aveva nessun rapporto con la criminalità organizzata e gli inquirenti sono fermamente convinti che sia stato ingiustamente scambiato per un’altra persona, confuso col guardaspalle di Ciro Casone, 57enne gregario del clan Moccia, deceduto nell’agguato.

I due obiettivi, infatti, erano entrambi originari di Casone e il suo guardaspalle, ma i sicari, entrati in azione col volto coperto da un casco, hanno fatto un errore e hanno ucciso l’uomo sbagliato.

Sì è verificato un duplice omicidio questo pomeriggio a Napoli, un’esecuzione che ricorda molto da vicino la sequenza iniziale del film Gomorra.

I killer non sono stati ancora identificati ma è stato scoperto come sono intervenuti e la loro brutalità.

i Killer hanno fatto irruzione nel centro estetico di via Luigi Rocco ad Arzano, in provincia di Napoli, e hanno deciso di fare fuoco contro i due clienti del locale, Ciro Casone e Vincenzo Ferrante, crivellandoli di colpi.

Il tutto, secondo quanto è stato riportato dai militari, è avvenuto in pochissimo tempo, una manciata di secondi.

I sicari sapevano perfettamente che li si trovavano i due obiettivi e nessun’altra persona al di fuori di loro è rimasta gravemente ferita nell’agguato.

Per i due giovani non c’è stato proprio nulla da fare, all’arrivo dei soccorsi erano già deceduti.

I due uomini rimasti uccisi sarebbero vicini al clan clan Moccia, vittima proprio in queste ore di un’operazione che ha condotto proprio all’arresto di quattro persone con l’accusa di estorsione  ai danni di un imprenditore di Afragola.

A condurre le indagini sono i carabinieri della compagnia di Casoria e quelli del gruppo di Castello di Cisterna.

 

 

Lascia un commento

Back to Top