HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiUcciso il pregiudicato Mattia Iavarone
Mattia Iavarone

Ucciso il pregiudicato Mattia Iavarone

di

L’omicidio di Mattia Iavarone si inserisce nella lotta tra clan camorristici per il controllo delle piazze dello spaccio a nord di Napoli.

Un brutto omicidio si è verificato  nella provincia di Napoli, un bruttissimo delitto collegato al controllo del traffico della droga nell’area nord della provincia.Mattia Iavarone

L’ultima vittima in ordine cronologico si chiama Mattia Iavarone, noto pregiudicato di 36 anni residente a Crispano.

L’uomo è stato ucciso ieri sera mentre era a bordo della sua automobile a Cardito in una dinamica che è ancora sconosciuto e avvolta nel mistero secondo quanto è stato riferito dagli inquirenti.

Secondo l’ultima ricostruzione i malviventi avrebbero affiancato Mattia Iavarone e l’avrebbero crivellato di colpi, almeno 7, fino ad ucciderlo.

L’omicidio di Mattia Iavarone si porta, secondo le forze dell’ordine, all’interno di una lotta tra clan camorristici per il controllo delle piazze dello spaccio a nord di Napoli, in particolare parliamo delle lotte per il controllo dell’Isolato C al Parco Verde di Caivano, conosciuta anche come piazza dei carcerati.

Fino a poco tempo fa a controllare la piazza, fino a poche settimane fa, c’era Rosetta Amato, suocera di Mattia Iavarone, conosciuta come “Rosetta ‘a terrorista”, finita in manette e ora agli arresti domiciliari.

Non è escluso che Mattia Iavarone potesse essere succeduto a Rosetta Amato, scatenando le ire di qualcuno.

Davvero un brutto omicidio a cui gli inquirenti tengono di risolverlo nel più breve tempo possibile.

Saranno interrogati testimoni, parenti  e amici della vittima: Mattia Iavarone .

Si proverà scavare nella vita privata dell’uomo: gli inquirenti tenteranno di avere nuove informazioni sulla morte dell’uomo, chi frequentava, con chi usciva.

Un velo di mistero avvolge la morte di Mattia Iavarone.

Chi è il mandante?

Qual’è il movente?

Tutto porterebbe a lotte camorristiche ma è proprio così?

A questo e altro dovranno risponder gli inquirenti di Napoli.

Le indagini e gli accertamenti proseguono.

 

 

 

 

Lascia un commento

Back to Top