HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoUltimissimeUSA: polizia uccide ragazzino credendolo armato

USA: polizia uccide ragazzino credendolo armato

di

Tragico errore di valutazione da parte di alcuni poliziotti negli USA. Scambiando l’arma che aveva un ragazzino per vera, lo uccidono.

Un ragazzino di soli 13 anni, Andy Lopez, è stato ucciso dalla polizia per un inspiegabile errore di valutazione Santa Rosa, in California negli USA, 80 chilometri a nord di San Francisco.

Il ragazzino camminava lungo la strada portando con sè una copia fedele di un Ak-47, un fucile Kalashnikov. Due vice sceriffi della contea di Sonoma stavano pattugliando una strada vicina all’abitazione di Andy e alla vista di quel fucile gli hanno gridato di mettere giù l’arma. Secondo alcune agenzie di stampa il ragazzino si è voltato di scatto alzando l’arma e mimando quindi il gesto di come se volesse puntarla contro i due poliziotti che scambiandola per vera e credendosi in pericolo hanno fatto fuoco.

usaCome racconta il tenente Dennis O’Leary alla Cbs dopo aver intimato di gettare l’arma hanno sparato diversi colpi all’indirizzo del ragazzino prima di ordinargli di allontanarsi dal fucile. Ma Andy Lopez già non si muoveva più e poco dopo è stato dichiarato morto. Solo avvicinandosi i due poliziotti hanno capito che quel fucile era una riproduzione di un AK-47 ad aria compressa.
Il padre del ragazzino, Rodrigo Lopez, accorso immediatamente sul posto dov’è accaduta la tragedia negli USA, ha raccontato che il figlio aveva con sè un arma giocattolo di proprietà del suo amico anche se non si sa se era in grado di sparare un qualche tipo di proiettile.

Intanto gli agenti USA coinvolti nel caso, di cui non sono state rese note le generalità sono stati sospesi dal servizio. Poi su questa vicenda come da prassi in queste circostanze è stato aperto un fascicolo d’indagine in cui ben presto verranno inseriti i nomi dei poliziotti incriminati.

I residenti di Santa Rosa si chiedono se l’operato dei due agenti sia stato corretto. Intanto quel ragazzino è stato descritto come uno studente molto popolare: appassionato di basket e pugilato, suonava nella banda della scuola.

Lascia un commento

Back to Top