HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsValentino Carelli, condannato a 22 anni per l’omicidio di Andreea

Valentino Carelli, condannato a 22 anni per l’omicidio di Andreea

di

Valentino Carelli è stato condannato a 22 anni per l’omicidio avvenuto nel 2012 della ballerina romena Andreea Cristina Marin. L’uomo dovrà inoltre risarcire i familiari della vittima con 70mila euro

Dopo la sentenza, Simone Santoro, l’avvocato difensore di Valentino Carelli ha subito annunciato che farà appello, anche se la condanna è comunque inferiore a quella iniziale che invece era di 24 anni.

Il magistrato che ha coordinato le indagini per l’omicidio di Andreea Cristina Marin, ha chiesto ai giudici della Corte d’assise di Macerata che venissero riconosciute a Valentino Carelli le attenuanti generiche dato che, è grazie alle confessioni dell’imputato che le indagini ed il caso sono stati subito risolti all’epoca dell’accaduto.

valentino carelliPer lo stesso delitto il padre di Valentino, Sandro Carelli, che in realtà fu il mandante dell’omicidio della giovane Andreea con la quale ebbe una relazione poi chiusa da quest’ultima, e gli altri due complici, ovvero gli esecutori del delitto, che dopo aver ucciso Andreea Cristina avrebbero dovuto ricevere 1.500 euro promessi da Sandro Carelli, sono stati condannati a 30 anni di carcere.

Valentino Carelli avrebbe partecipato all’assassinio di Andreea Cristina Marin con il ruolo di “palo”, e non avrebbe cercato in nessun modo di dissuadere i due complici durante il delitto, anzi, per controllare che la giovane romena fosse veramente deceduta, dopo averla ammazzata avrebbe gettato della sabbia sul suo corpo per vedere se la vittima potesse avere delle reazioni.

Dopo aver dato la notizia a Carelli senior, tutti insieme sarebbero andati a brindare e a fare colazione al bar come se niente fosse accaduto.

L’avvocato difensore di Valentino Carelli però sostiene che il suo assistito abbia vissuto il delitto in modo passivo, tanto che quella stessa notte tra il 26 e il 27 gennaio 2012 era andato a cercare del fumo e che in realtà, partecipò alla cena insieme ai suoi complici solo per festeggiare il suo compleanno e non per brindare all’omicidio avvenuto con successo.

Lascia un commento

Back to Top