HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsGiallo a Palermo: Ventenne trovato morto al suo fianco c’era una donna

Giallo a Palermo: Ventenne trovato morto al suo fianco c’era una donna

di

La vittima è un ragazzo di soli 22 anni: Giacomo La Cova è stato trovato morto in un casolare della campagna siciliana. Al suo fianco, in fin di vita, è stata rinvenuta una donna di 46 anni.

giacomo la covaSiamo a Gratteri, un piccolo comune montano delle Madonie in provincia di Palermo. Qui, Giacomo La Cova era conosciuto da tutti: la sua aria trasognata e la sua simpatia, lo rendevano popolare, e più che benvoluto dall’intera comunità.

Il padre fa il benzinaio, e Giacomo (figlio unico) lo aiutava nell’impresa di famiglia. Il ragazzo, da qualche tempo, aveva una relazione con una donna di 46 anni. Sebbene quest’ultima dividesse l’appartamento con il marito a Cefalù, la coppia di fatto era separata.

Giacomo era molto legato ai suoi nonni, tanto che spesso si faceva prestare il loro casolare in campagna: si trattava di un vecchio monolocale che il giovane utilizzava per andarci con la compagna. Ed è stato lì che la coppia è stata ritrovata: per Giacomo ormai non c’era più nulla da fare, ma la donna è stata trovata in fin di vita, e trasportata con l’elicottero all’ospedale di Palermo.

A trovarli è stato un cugino di Giacomo: la nonna, allertata dal vedere la macchina del nipote e della donna anora parcheggiate di fronte al monolocale, lo aveva chiamato per controllare. Quando è entrato ha visto la coppia riversa a terra con la bava alla bocca.

Gli inquirenti, inizialmente, hanno pensato ad una morte causata dalle inalazioni di monossido di carbonio, ma la stufa dell’appartamento è stata rinvenuta spenta. Per questo motivo, hanno pensato bene difar  analizzare i resti del cibo trovato nell’abitazione.

Potrebbe trattarsi, infatti, di avvelenamento da cibo, ma la certezza si avrà solamente dopo l’autopsia già disposta sul corpo del giovane Giacomo. La donna, invece, lotta tra la vita e la morte. In paese regna l’incredulità, lo stupore e la tristezza: il profilo social di Giacomo è stato riempito con messaggi di affetto da parte dell’intera comunità.

Lascia un commento

Back to Top