HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
UltimissimeVeronica Panarello: “Ecco come è morto Loris”

Veronica Panarello: “Ecco come è morto Loris”

di

panarello - loris stivalVeronica Panarello ha cambiato nuovamente versione dei fatti dichiarando che suo figlio Loris è morto a causa di un tragico incidente. Ecco le sue parole

Mamma Veronica avrebbe raccontato di aver completamente rimosso l’idea che Loris fosse morto. E’ proprio per questo, si legge su IlMessaggero.it, che la donna, dopo aver abbandonato il corpo del piccolo nel canalone al Vecchio Mulino, avrebbe svolto le sue normali attività. Quest’ultima sarebbe andata regolarmente al corso di cucina per poi recarsi all’uscita della scuola di Loris convinta del fatto che lui fosse ancora vivo.

Il racconto di Veronica Panarello non convincerebbe del tutto gli inquirenti, ma sono queste le parole che la donna avrebbe fatto mettere a verbale nel suo ultimo interrogatorio: “Quello che ho raccontato da subito non era frutto di fantasia, ma ciò che ho sempre ritenuto fosse accaduto. Ho preso coscienza dei fatti sin dallo scorso mese di luglio. E ho patito un peso enorme di cui volevo assolutamente liberarmi. Ho incominciato a rimuovere il ricordo di ciò che avevo fatto, rappresentandomi in realtà che avevo lasciato Loris a scuola. In totale stato di confusione sono scesa dall’auto nella convinzione di prendere il bambino”.

Per la Panarello, la morte di Loris sarebbe stato per mesi soltanto un brutto sogno: “Era in piedi, con il busto reclinato in avanti e la mani poggiate sul petto, ho pensato che avesse difficoltà a respirare per avere ingerito qualcosa che gli era andato di traverso”.

Veronica avrebbe cercato di salvare Loris ma nulla ha potuto salvargli la vita. Quando il piccolo, con il viso viola, si sarebbe accasciato in posizione supina, la donna avrebbe “potuto notare che il collo era cinto da una fascetta, le stesse che aveva ai polsi”.

Con la forbice arancione Panarello avrebbe tagliato le fascette ma, quando “ho poggiato la mia guancia sulla sua bocca per potere udire il suo respiro, non sentivo nulla”.

Veronica avrebbe voluto chiamare aiuto, ma “mi sono bloccata e ho pensato che non avrei saputo come giustificare quanto accaduto”. A quel punto Loris è stato caricato in auto: “Mi sono diretta verso Punta Secca non sapendo ancora dove andare, combattuta tra chiedere soccorso e il dubbio su come avrei potuto giustificare l’accaduto”.

Tormentata dal dubbio, la mamma decide di abbandonare suo figlio in quel canalone e far diventare tutto un brutto sogno.

Lascia un commento

Back to Top