HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiVigevano, Luciano Pascale ucciso per una bolletta

Vigevano, Luciano Pascale ucciso per una bolletta

di

Nella serata di domenica a Vigevano il 41enne Luciano Pascale è stato ammazzato con un colpo di Lupara da un vicino, Graziano Girotto, che non voleva saldare la bolletta dell’acqua

Luciano PascaleL’ennesima litigata per la bolletta dell’acqua non saldata è finita in tragedia, perché il 41enne Luciano Pascale è stato ucciso ieri sera a Vigevano da un vicino di casa, Graziano Girotto (58 anni)

con un colpo di lupara alla gola.

I due uomini vivevano in due appartamenti contigui e condividevano lo stesso contatore dell’acqua, intestato a Pascale che quindi pagava le bollette chiedendo poi al vicino di corrispondergli la sua parte. Ma pare che da qualche tempo Girotto non volesse più saldare le pendenze, tanto che tra i due i rapporti erano diventati molto tesi. Nella serata di domenica una nuova discussione sempre per lo stesso motivo, ma questa volta Girotto dopo essersi allontanato per qualche minuto si è ripresentato con la lupara, uccidendo il rivale a bruciapelo.

Poi è scappato, mentre intanto arrivavano i primi soccorsi. E’ stata la convivente dell’assassino a raggiungerlo al telefono, convincendolo a tornare indietro e costituirsi, cosa che l’uomo dopo poco tempo ha fatto, tanto da essere condotto in commissariato e poi al carcere di Pavia.

E viene fuori che entrambi vantavano numerosi precedenti penali: Luciano Pascale aveva partecipato a diverse rapine e l’ultima volta era stato arrestato nel febbraio 2007 perché responsabile di un assalto a un discount di Vigevano e un paio di volte era anche stato ferito in maniera grave. Molti anche i precedenti per Girotto, anche lui rapinatore tanto che negli ultimi vent’anni aveva passato molto tempo in carcere.

Lascia un commento

Back to Top