HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsVincenzo Tarantino: Fermato per il duplice omicidio di Porto Cesareo

Vincenzo Tarantino: Fermato per il duplice omicidio di Porto Cesareo

di

Vincenzo TarantinoIl presunto responsabile del duplice omicidio avvenuto a Porto Cesareo è stato individuato. Il sospettato si chiama Vincenzo Tarantino e avrebbe ucciso la coppia per due motivi ben precisi

Vincenzo Tarantino, 51 anni e originario di Manduria, è stato fermato dai carabinieri perchè al momento è ritenuto il responsabile della morte di Luigi Ferrari e Antonella Parente, i due sono stati trovati senza vita nella loro abitazione a Porto Cesareo martedì 24 giugno 2014.

I moventi del delitto sembrano essere due: il risentimento personale nei confronti della donna uccisa e il denaro che la coppia custodiva in una cassaforte.

Il giorno del delitto l’uomo non pensava che le vittime fossero in casa perchè proprio in quell’ora solitamente uscivano per andare a lavoro. Secondo gli investigatori, a spingerlo a compiere quel maledetto duplice omicidio è stata probabilmente anche l’assunzione di droga effettuata prima di entrare nell’appartamento in cui è avvenuta la tragedia.

Il 51enne avrebbe aggredito ed ucciso marito e moglie per poi portare immediatamente via dall’abitazione la cassaforte che per il momento non è stata ancora ritrovata dagli esperti.

L’uomo inoltre, non avrebbe usato alcuna arma ma avrebbe ucciso al coppia a mani nude, proprio come dimostrano le tantissime impronte digitali ritrovate nella zona della casa. Le vittime avrebbero cercato invano di difendersi e questo è stato invece dimostrato dai graffi presenti sul corpo dell’assassino.

Vincenzo Tarantino era conosciuto dalle forze dell’ordine per i suoi precedenti penali ma questa volta avrebbe voluto fuggire; l’uomo aveva infatti già prenotato un viaggio per la Croazia.

Per fortuna l’uomo è stato prontamente bloccato dagli agenti nella sua Audi A4. Vincenzo Tarantino aveva passato le ultime ore dopo il delitto in un B&B dove sono state rinvenute altre tracce di sangue e avrebbe acquistato un panino pagandolo con una banconota da 100 euro probabilmente appartenenti a Luigi e Antonella.

Lascia un commento

Back to Top