HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsVolla, urina su uno stand e uccide un giovane. Il fratello: “Sono vivo per miracolo”

Volla, urina su uno stand e uccide un giovane. Il fratello: “Sono vivo per miracolo”

di

Giovanni GalluccioAl mercato ortofrutticolo di Volla si è consumata nella giornata di ieri una tragedia. Giovanni Galluccio è stato ucciso da un uomo che aveva urinato vicino il suo stand e quello di Giuseppe Sarracino, anche lui rimasto coinvolto nella sparatoria. L’assassino dopo essere stato richiamato per quel gesto inconcepibile si è vendicato seminando il terrore

A raccontare di quegli attimi tremendi della sparatoria avvenuta nel mercato di Volla in cui ha perso la vita Giovanni Galluccio è stato il fratello Felice che in un’intervista del Mattino ha tristemente dichiarato di aver visto il fratello morire davanti ai suoi occhi.

Felice si è salvato dalla vendetta di quell’uomo solo perchè la sua pistola si è inceppata dopo quattro spari: “Ha sparato anche contro di me ma non è riuscito a colpirmi, altrimenti non oso immaginare quel che sarebbe successo”.

Felice ha poi ricostruito la dinamica dei fatti specificando la causa che ha scatenato la sparatoria di cui ormai tutti ne parlano non solo a Volla: “Lunedì mattina verso le 8.30 mio fratello Giovanni era fuori al suo stand, era al telefono quando è arrivato questo signore che ha cominciato a urinare vicino alla parete della struttura. Vicino c’erano delle cassette con delle banane e mio fratello gli ha chiesto cosa stesse facendo e poi gli ha dato un secchio con dell’acqua. Questa persona, che peraltro viene spesso al mercato per acquistare qualche chilo di frutta, ha risposto: ”ho la prostata e faccio la pipì dove voglio io”. Poi gli ha scaraventato il secchio d’acqua contro. Mio fratello ha parato il colpo d’istinto. C’è stato un diverbio con qualche spintone e nulla più. Questo signore è andato via e noi abbiamo continuato a lavorare, alle 13 abbiamo chiuso gli stand come ogni giorno”.

Il tutto è avvenuto improvvisamente senza nemmeno dare il tempo a Giovanni Galluccio di rendersi conto di ciò che stava per succedergli: “All’improvviso ho sentito delle urla e la gente che diceva che c’era una persona con la pistola. Mi sono voltato e ho visto quella persona che aveva aggredito mio fratello che impugnava una pistola e che la puntava contro Giovanni. Nemmeno il tempo di pensare, un attimo e ha esploso il primo colpo. Giovanni è stato centrato alla spalla, poi il secondo colpo al petto. Io e Giuseppe Sarracino abbiamo tentato di fermare quell’uomo, ma lui si è voltato e con freddezza ha sparato all’addome di Sarracino. Poi ha sparato contro di me, senza riuscire a colpirmi”.

Lascia un commento

Back to Top