HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsYara Gambirasio: Provette scambiate, già nel 2012 poteva essere individuata la madre di Ignoto1

Yara Gambirasio: Provette scambiate, già nel 2012 poteva essere individuata la madre di Ignoto1

di

Un clamoroso errore forse alla base di questo ritardo nell’individuazione di Ester Arzuffi, nel 2012 forse la comparazione fallì a causa di uno scambio di provette

ester-arzuffiAvrebbe del clamoroso se fosse accertato che già nel 2012 gli inquirenti avrebbe potuto individuare Ester Arzuffi come la madre di Ignoto 1 e quindi risalire a Massimo Bossetti. La mancata individuazione, scrive Libero, potrebbe essere dovuto ad uno scambio delle provette dove erano contenuti i profili genetici del DNA.

I periti che hanno effettuato le analisi hanno però negato questa possibilità, ma negli ambienti vicini alla magistratura sta circolando insistentemente questa voce.
Il primo esame comparativo fu effettuato nel 2012, quando i carabinieri e polizia portarono nel laboratorio di analisi 532 provette di donne per cercare la madre di Ignoto 1.
In quei 532 campioni c’era anche il dna di Ester Arzuffi, la domanda è come mai non fu individuata?

L’ipotesi più accreditata dai rumors è che le provette furono comparate con il profilo di Yara Gambirasio e non con quello di Ignoto1 per un banalissimo scambio di campioni.
Gli inquirenti, i periti e tutta la macchina investigativa fanno quadrato rigettando con forza questa ricostruzione.

Se fosse accertato questo gravissimo errore, allora si potrebbe parlare di due anni di indagini letteralmente gettati via.
Ieri la mamma di Yara Gambirasio è riapparsa in pubblico a “Ginnastica in festa” a Pesaro dove c’erano anche le compagne della figlia. Per la quarta volta a consegnare il premio intitolato a Yara che premia la specialità ginnica di “collettivo combinato senza attrezzi del Sincrogym” è voluta essere presente.
Al suo arrivo tutti si sono stretti attorno alla donna, accogliendola con moltissimi appalusi, finita la cerimonia è andata via senza rilasciare nessuna dichiarazione.

Lascia un commento

Back to Top