HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsYara, i test del dna scagionano il pedofilo

Yara, i test del dna scagionano il pedofilo

di

Gli esami del dna accertano che il pedofilo padovano Lorenzo B, non è l’assassino di Yara.

La pista che si sperava desse una svolta al delitto di Yara Gambirasio, neanche questa volta ha dato esiti positivi e la soluzione continua a rimanere una incognita.

Il pedofilo 50enne detenuto in Francia, non ha colpe per questo omicidio, proprio come per gli ultimi due indagati, il marocchino Mohamed Fikri e il quarantunenne di Arese, i quali le accuse per il caso Yara non hanno alcun motivo di esistere.

Questa nuova ma vana speranza, che ha incentrato le indagini su Lorenzo B., era stata accesa dalla testimonianza della mamma di Laura, ragazzina molestata a 12 anni da un uomo padovano.

La storia ha inizio nel luglio del 2010, quando la ragazzina si “innamora” di un certo Laurent D., 14enne di Bourges conosciuto via internet.

Gli atteggiamenti misteriosi del ragazzo, le lunghe chiamate e i messaggi notturni, fanno però insospettire la madre di Laura che incrociando indirizzi, informazioni e dati scopre che in realtà Laurent non è mai esistito e che dietro a quel nome, logicamente inventato, si nasconde un uomo di 50 anni. La vera identità del ragazzino è quella di Lorenzo B., che successivamente clona il profilo facebook di Laura iniziando a raccontare storie su Yara Gambirasio, che venne uccisa proprio in quel periodo.

yaraLorenzo B. non aveva solo quel profilo, ne utilizzava tanti a nome di altri e tutti che facevano riferimento a Yara, ma la cosa che avrebbe accomunato i due sarebbe stata la passione per la ginnastica ritmica, sport che la vittima praticava.

Purtroppo però dagli accertamenti scientifici e dagli esami del dna, la compatibilità tra l’uomo e le tracce trovate sugli slip e i leggings della ginnasta hanno avuto un esito negativo.

Restano però alcune coincidenze tra Lorenzo B. e il figlio di Giuseppe Guerinoni, padre biologico della vittima.

Guerinoni infatti confidò ad un collega nel 1963 di aver ingravidato una ragazza, anno in cui nacque anche Lorenzo B.

Lascia un commento

Back to Top