HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsAndrea Sempio indagato per l’omicidio di Chiara Poggi: alibi vacillante. Si frequentavano?
andrea sempio_chiara poggi

Andrea Sempio indagato per l’omicidio di Chiara Poggi: alibi vacillante. Si frequentavano?

di

Andrea Sempio era un amico del fratello di Chiara Poggi e all’epoca dell’omicidio aveva 19 anni. Oggi è al centro dell’inchiesta bis per il delitto della ragazza, aperta dopo che una perizia ha accertato che il Dna sotto le unghie della vittima è suo.

andrea sempio_chiara poggiSono passati dieci anni dal delitto di Garlasco e poco prima di Natale un colpo di scena ha riacceso i riflettori sul caso di cronaca. L’unico colpevole, per la giustizia italiana, è Alberto Stasi, il fidanzato di Chiara Poggi. La nuova perizia della difesa però ha accertato che sotto le unghie della vittima non c’era il suo Dna bensì quello di Andrea Sempio. Il ragazzo che all’epoca dei fatti aveva 19 anni, era un amico del fratello di Chiara, uccisa a martellate nella sua villetta quando erano tutti in vacanza.

Alberto Stasi è stato condannato a 16 anni, lo studio presentato dalla difesa, accompagna la richiesta di revisione del processo. C’è da dire che Andrea Sempio era stato già interrogato il 18 agosto 2007. Nel verbale si legge che il ragazzo aveva affermato di conoscere Chiara perché amico di Marco ma non di non averla mai frequentata perché era molto più grande e non avevano amicizie in comune. La mattina dell’omicidio (il 13 agosto 2007), Andrea Sempio era andato a Vigevano per comprare dei libri, il 4 ottobre 2008 quando gli inquirenti l’hanno riascoltato, ha presentato uno scontrino del parcheggio che aveva custodito come prova. Il ragazzo era partito intorno alle 10 con la macchina di famiglia ma la libreria di Piazza Ducale era chiusa. La ricevuta riporta le ore 11,18 mentre l’ora del delitto di Chiara Poggi è circoscritta tra le 9,12 e le 10.

Poco dopo Sempio è tornato a Garlasco dalla nonna e a mezzogiorno è andato a casa per il pranzo. La ricostruzione, riportata da Fanpage, prosegue con quello che ha fatto nel pomeriggio, quando ormai circolava la notizia della morte di Chiara Poggi e davanti alla villetta della famiglia c’erano l’ambulanza e alcune persone ferme. Perché gli inquirenti hanno indagato anche su Andrea Sempio? A quanto pare dai tabulati telefonici di casa Poggi sono emerse delle telefonate dal cellulare del ragazzo, circostanza alquanto strana visto che Marco, il suo amico, era in vacanza. Di tutta risposta Andrea Sempio aveva detto che non sapeva quando sarebbe partito, ecco perché lo aveva cercato. Ora però bisogna capire come mai è stato trovato il suo Dna sul corpo della vittima, visto che Sempio aveva affermato di non frequentare Chiara.

Lascia un commento

Back to Top