HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsScomparsiAngela Celentano è in Messico? Offerta una ricompensa di 80mila euro

Angela Celentano è in Messico? Offerta una ricompensa di 80mila euro

di

Sono passati 20 anni dalla scomparsa di Angela Celentano. Negli scorsi mesi sono emerse delle novità sul caso. Forse la verità sulle sue sorti è in Messico dove vive una donna, Celeste Ruiz. Le autorità giudiziarie del sud America hanno offerto una ricompensa di 80mila euro a chi fornirà delle informazioni utili per risolvere il cold case.

angela-celentanoUn milione e mezzo di pesos (80mila euro circa), è questa la somma offerta dalle autorità messicane come ricompensa a chi aiuterà gli inquirenti a risolvere il caso di Angela Celentano o Celeste Ruiz. La bambina è scomparsa il 10 agosto del 1996 sul Monte Faito durante una gita con i genitori. Oggi Angela dovrebbe avere 23 anni e il suo caso è uno dei più complicati degli ultimi anni perché sono ancora tanti i nodi da sciogliere. La procura di Torre Annunziata ha ricevuto l’incarico di seguire le indagini per l’Italia e ha inviato una serie di quesiti nella rogatoria internazionale. In questa nota non si fa riferimento solo ad Angela Celentano, ma anche a Celeste Ruiz.

Nel 2010 la ragazza contattò la famiglia di Angela Celentano dicendo che era lei la bambina nella foto e di non voler essere cercata. Gli inquirenti però decisero di andare in Messico, alla ricerca della verità. La notizia della ricompensa offerta dalle autorità messicane è stata riportata dai media locali ma non sappiamo se questo servirà per giungere alla verità. La nota è datata 28 giugno 2016 e specifica che il denaro non sarà offerto a dipendenti pubblici che lavorano nei settori della giustizia, delle carceri e più in generale della sicurezza pubblica. Anche coniugi e parenti consanguinei sino al quarto grado non potranno beneficiare della ricompensa.

Maria e Catello, i genitori di Angela Celentano, non hanno mai perso la speranza di trovare la figlia. L’ultima volta che l’hanno vista aveva solo 3 anni. Per ben quattro giorni l’hanno cercata sul Monte Faito insieme ad un centinaio di persone. Sono intervenuti anche gli elicotteri, e persino speleologi e unità cinofile hanno setacciato la zona. Nel 1999 i carabinieri di Vico Equense hanno arrestato lo zio e altre sei persone, per concorso in sequestro, ma sono stati scagionato; nel 2001 invece a Battipaglia venne fermata una ragazzina romena con i tratti somatici molto simili ma l’esame del Dna rivelò che quella bambina non era Angela.

La pista messicana è l’unica che in questi anni si è rivelata attendibile, anche se le autorità messicane all’inizio erano convinte che Celeste Ruiz non esistesse e che la sua identità fosse stata inventata da un 35enne del posto Josè Manuel Vasquez. Il caso è stato seguito anche dalla trasmissione Chi l’ha visto, i giornalisti hanno provato a contattare sui social i protagonisti della vicenda, ma ad un certo punto i contatti si sono interrotti. Basteranno 80mila euro per fare luce sulla scomparsa di Angela Celentano e su Celeste Ruiz?

Lascia un commento

Back to Top