HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsCaso Fortuna Loffredo, spunta una nuova testimonianza: “Nessuno ha visto Chicca cadere”

Caso Fortuna Loffredo, spunta una nuova testimonianza: “Nessuno ha visto Chicca cadere”

di

Fortuna LoffredoUna nuova testimonianza aumenterebbe ulteriormente i dubbi e le incongruenze che si hanno sulla morte della piccola Fortuna Loffredo. Tutto, in caso di un riscontro investigativo positivo, potrebbe essere rimesso in gioco

Raimondo Caputo, detto Titò, e Marianna Fabozzi, sono gli unici due imputati per il caso di Fortuna Loffredo. Il primo è chiamato a rispondere di omicidio volontario e abusi sessuali, mentre la seconda è stata accusata di omessa vigilanza sulle figlie, le quali venivano violentate dal suo ex convivente senza che lei le difendesse.

Una testimonianza potrebbe però sconvolgere tutta l’inchiesta e, se gli inquirenti lo riterranno opportuno, potrebbe addirittura far sospendere il processo.

Un condomino del Parco Verde, il quale vuole rimanere anonimo, ha dichiarato che il giorno in cui Fortuna è morta sarebbero stati fatti alcuni errori e non solo: “Come ho già detto in televisione il punto dove si sarebbe schiantata la bambina non è quello dal quale sono partite le indagini. Io, una signora che quella mattina del 24 giugno del 2014 stava stendendo il bucato, un ragazzo che si trovava sul balcone di casa a fumare e un altro uomo, all’unisono, abbiamo notato che il corpicino di Fortuna, immobile sul selciato, era a quattro-cinque metri più a sinistra di dove è stata poi disegnata la sagoma dai carabinieri. La posizione del corpo era parallela al muro dell’Isolato, con la testa rivolta verso l’interno del cortile e i piedi in direzione opposta. Nessuno ha visto Chicca cadere. E anche la sagoma disegnata sull’asfalto era sbagliata, perché gli investigatori hanno ritenuto che Chicca fosse impattata perpendicolarmente al palazzo. Cioè con la testa parallela al muro e piedi verso il cortile più piccolo”.

“Perché parlo solo ora? – ha concluso il testimone – Ho avuto e ho paura. E anche per un rimorso di coscienza, che si è fatto insopportabile per la recente storia di un presunto caso di pedofilia su una bimba di quattro anni che sarebbe stata abusata, qui nel Parco Verde, dallo zio e dal nonno”.

La posizione del corpicino della piccola Fortuna Loffredo è davvero importante: una nuova posizione infatti, escluderebbe del tutto la precipitazione nel vuoto da qualsiasi finestra o terrazzo del palazzo.

Chicca dunque potrebbe essere stata uccisa in altro luogo, per poi essere trasportata giù dal suo assassino a piedi o tramite l’ascensore: è per questo che sul corpo della bimba non sono stati trovati segni e traumi evidenti causati da un volo di così tanti metri?

Ulteriori aggiornamenti si avranno soltanto nei prossimi giorni.

Da: IlMattino.it

Lascia un commento

Back to Top