HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiCaso Guerrina Piscaglia: interrogato Padre Graziano
padre graziano

Caso Guerrina Piscaglia: interrogato Padre Graziano

di

Padre Graziano è stato finalmente interrogato. Sono molti i nodi sciolti durante il colloquio con il pm a partire dalla figura di Zio Francesco e il cellulare di Guerrina Piscaglia. L’avvocato ha chiesto i domiciliari. Delusione per i parenti della donna scomparsa e mai ritrovata.

padre grazianoChi è Zio Francesco? É questa una delle domande del caso Guerrina Piscaglia a cui finalmente è stata data una risposta. Padre Graziano ha detto che si tratta di un uomo con accento francese di circa 50 anni di origini nordafricane. Ma nell’interrogatorio fiume nella Procura di Arezzo durato circa 7 ore Padre Graziano ha fatto una ricostruzione che ha lasciato tutti interdetti. Tra gli altri punti su cui il Pm ha insistito c’è anche l’sms mandato con il cellulare di Guerrina Piscaglia.

Padre Graziano ha detto che non è stato lui a mandarlo e che il giorno della scompasa non ha visto Guerrina Piscaglia aggiungendo che con la sua famiglia e con la donna aveva solo un rapporto di amicizia anche se lei gli faceva strane telefonate. Proprio in una di queste gli avrebbe confessato di aspettare un bambino, ma non era assolutamente vero.

Il faccia a faccia con la magistratura è stato blindatissimo e le poche notizie che circolano sono state rivelate dal legale di Padre Graziano che durante la pausa pranzo ha risposto ai giornalisti. Ora l’avvocato Francesco Zacheo vuole presentare la richiesta per gli arresti domiciliari. Padre Graziano si fida di lui anche se ha rovesciato la strategia difensiva dell’ex legale e ha consigliato all’uomo di rompere il muro di silenzio.

Padre Graziano avrà convinto i Pm? Questo non lo sappiamo ancora. Intanto i familiari sono apparsi molto delusi e le sorelle di Guerrina Piscaglia, tramite il loro legale hanno fatto sapere che Padre Graziano ha perso un’occasione per dire la verità.

Lascia un commento

Back to Top